Sorrentino: “Rigore parato a CR7? Vi spiego perchè mi sono buttato a sinistra. Brignoli? Mi piace”

L’attuale portiere del Chievo Verona ha raccontato il tiro dagli undici metri respinto al campione portoghese

Stefano Sorrentino ricorda il rigore parato a Cristiano Ronaldo.

L’attuale estremo difensore del Chievo, ospite durante la trasmissione “Casa Minutella” in onda su Trm, ha parlato delle sensazioni che lo hanno colpito dopo il tiro dagli undici metri respinto al campione portoghese.

“Il rigore parato a Ronaldo? Si è creato molto clamore per lo scontro della gara d’andata. Chi mi conosce bene sa benissimo che per me è una sfida contro tutto e tutti. Affrontare il numero uno al mondo è stato un onore. Quando ti confronti con un giocatore di quel livello lì, sai che devi essere perfetto. Prima della gara sentivo che se ci fosse stato un calcio di rigore, lo avrebbe calciato a sinistra. Avevo questa sensazione e sono rimasto su quell’idea. Dopo il rigore rimango della mia idea di andare a sinistra. Lui non mi ha mai guardato, era concentrato sul pallone. Ho provato a guardarlo negli occhi, ma non ha mai incrociato il mio sguardo. Io ho allargato un po’ le braccia per coprire di più la porta. Quando ha calciato sono andato alla mia sinistra ed è andata bene”.

L’ex portiere rosanero si è anche espresso sulle qualità dell’attuale numero 1 rosanero ossia Alberto Brignoli.

“Brignoli mi piace. Mi ha scritto la settimana scorsa, ogni tanto ci scriviamo. Lui deve fare molto di più perché la categoria più adatta per lui è la serie A. Deve continuare questo percorso per portare il Palermo in Serie A”.

Sorrentino: “Iachini ha avuto i suoi meriti, ma Gattuso ha creato le giuste basi. Ricordo quando mi chiamò…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy