Sindaco Orlando a 360°: “Collaborazione per progetti societari, ringrazio Zamparini. Baccaglini, lo stadio dovrà auto-sostenersi”

Le parole del primo cittadino di Palermo, Leoluca Orlando, nel corso dell’incontro con il neo-presidente rosanero Paul Baccaglini. Tra gli argomenti trattati la costruzione dello stadio e del nuovo centro sportivo.

di Luca Bucceri

Giornata di incontri istituzionali per il neo-presidente del Palermo Paul Baccaglini.

A Villa Niscemi il numero uno rosanero ha infatti incontrato il primo cittadino del capoluogo siciliano, il sindaco Leoluca Orlando, tra gli argomenti trattati, la realizzazione dello stadio e del centro sportivo, obiettivi mai concretizzati con la presidenza Zamparini, ma non solo.

Ricordo che con Baccaglini ci siamo incontrati la prima volta 9 anni fa, la seconda volta oggi e abbiamo parlato per molto tempo. Esprimo grande interesse per i progetti sul Palermo, amo molto i rosanero e voglio che giochi e possa vincere– ha ammesso Orlando nel corso della conferenza stampa congiunta con il presidente del club rosa- . E’ una società che deve avere da parte del sindaco e della città collaborazione, l’amministrazione comunale nel rispetto della vigente normativa, che la società e la squadra possano avere gli adeguati impianti sportivi. Qualora presentino un progetto che sia adeguato, l’amministrazione comunale ne prenderà atto e seguirà con attenzione l’evolversi di questa situazione”.

Dopo 15 anni di duro lavoro a servizio dei rosanero, Maurizio Zamparini abbandona la nave, il primo cittadino palermitano non può non ringraziare l’imprenditore friulano per quanto fatto: “In un momento come questo mi sentirei non a posto con la mia coscienza se non ringraziassi il presidente Zamparini per tutto quello che ha fatto in questi anni– ha continuato Orlando, salutando così il dimissionario Maurizio Zamparini- . La città di Palermo ha potuto avere un calcio d’eccellenza grazie anche all’ormai ex patron, quando ci si lascia in modo negativo si tende a dimenticare quello che di buono s’è fatto”.

Primo cittadino e tifoso rosanero, Orlando ha anche spiegato il perché della sua assenza prolungata al “Barbera”: “Io non vado allo stadio ma seguo la partita da casa, è giusto avere un rapporto istituzionale con il club. Lo scorso anno ho seguito l’ultima partita contro il Verona perché era importante per la permanenza in A”. Infine parole chiare e dirette al prossimo proprietario dei rosa Paul Baccaglini che, sì dovrà presentare entro il 19 aprile la SPV che rileverà crediti e debiti della società rosa, dovrà anche presentare progetti consoni per la costruzione dello stadio: “Dico al nuovo presidente quello che ho detto al vecchio presidente e quello che direi a qualsiasi presidente, quando da me si presenta un presidente di una società riconosciuta dalla Lega ho il dovere di avere un rapporto corretto. Se si presenta un progetto conforme alla legge per realizzare uno stadio, io non solo ho il dovere ma comunque scelgo di aiutare la realizzazione del progetto– ha ammesso Orlando-. Il vecchio progetto presentato nel 2011 prevedeva una compensazione edilizia, dopo la presentazione di questo la legge è cambiata e quindi non è stato possibile realizzarlo. Il nuovo progetto dovrà pensare a uno stadio che sarà economicamente autosostenibile in termini economici senza poter contare sul compenso di aree vicine”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Michele Sardina - 4 anni fa

    HA PARLATO BAZOOKA OGNI COLPO UNA BUCA

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy