Rauti: “Testa bassa e pedalare, ho tanto da imparare”. E quella dedica speciale…

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dall’attaccante del Palermo

Due a uno. E’ questo il risultato finale maturato questo pomeriggio allo Stadio “Renzo Barbera”.

Autore del gol che ha sbloccato il match, Nicola Rauti è intervenuto in conferenza stampa al termine della sfida contro la Paganese. L’attaccante del Palermo ha commentato la prestazione offerta dalla sua squadra, con la compagine rosanero che ha conquistato la seconda vittoria di fila in campionato.

“Il gol penso sia la cosa più importante per un attaccante ma è altrettanto fondamentale vincere altrimenti ti resta l’amaro in bocca. La mia è una dedica speciale, per mia nonna che purtroppo è venuta a mancare da poco e mi avrebbe voluto vedere giocare con la maglia rosanero essendo lei siciliana. Mi sto trovando bene e sono al servizio di compagni e mister, ho tanto da imparare e i compagni più esperti mi stanno aiutando giorno dopo giorno. Testa bassa e pedalare, sono sicuro che arriveranno altre vittorie e altri gol”, sono state le sue parole.

“Classifica? Noi non abbiamo avuto un inizio facile per tante situazioni, aver portato a casa sette punti nelle ultime tre partite è positivo. Ma sappiamo che da qui a un mese ci saranno tante gare da giocare. In questo campionato abbiamo tanto da dire. Sono venuto qui con grandi ambizioni, sono stato fortunato perché ho giocato tanto, mi sto godendo questo momento. Speriamo di poter ritrovare i nostri tifosi perché ci mancano davvero tanto. Il dispendio energetico c’è dato le partite ravvicinate, ma abbiamo capito che è l’atteggiamento che fa la differenza. Sono un ragazzo che deve imparare ancora molto, anche quest’oggi avrei dovuto gestire meglio alcune situazioni e quindi non mi sento un pilastro. Per me è un onore giocare in una piazza del genere, dovrò dare sempre il massimo”, ha concluso Rauti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy