Puscas: “Palermo, mi aspetto grandi risultati. Io un predestinato. Quel gol al Milan…”

Puscas: “Palermo, mi aspetto grandi risultati. Io un predestinato. Quel gol al Milan…”

Il centravanti rumeno ha svelato i motivi che lo hanno portato a scegliere i rosanero

Una scelta ragionata, che non rappresenta un passo indietro nella sua carriera.

E’ questo il pensiero di George Pușcaș, neo attaccante del Palermo, che nel corso di un’intervista ai microfoni de Il Corriere dello Sport, ha spiegato le motivazioni che lo hanno portato a scegliere il club rosanero: “Palermo passo indietro? Non basta l’esordio in A, in Coppa e in Europa con l’Inter. La fortuna arriva o devi creartela. Palermo è un altro gradino, conosco la piazza e mi aspetto grandi risultati. Le sfide? Pane quotidiano. Credo nei gol e nelle coincidenze. Mi sento un predestinato. Nulla nasce per caso: cinque reti in una sola partita con la Primavera dell’Inter; tripletta al Cittadella; e quando a Benevento ho saltato più di un mezzo campionato, mi sentivo protagonista e siamo entrati nella storia con i miei gol, compreso quella della finale play-off. Tutto mi è venuto incontro, ho fatto in modo che il mondo mi desse cioè che meritavo. E in A, io e Brignoli, abbiamo realizzato contro il Milan i gol di una pagina memorabile. Non ho altra aspirazione che sfondare“. +

In seguito, ha parlato dei rapporti con i suoi ex tecnici, da Marco Baroni a Roberto De Zerbi, con cui ha avuto modo di lavorare durante gli anni trascorsi con la maglia del Benevento: “Con gli allenatori? Rapporto, speciale con Baroni, buono con tutti gli altri anche se De Zerbi faceva altre scelte. Non aspetto che siano gli altri a decidere per me“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy