Puscas: “L’Arsenal mi ha seguito per diverso tempo, poi è arrivata l’Inter. La trattativa col Palermo…”

Il centravanti rosanero si racconta: “Ho fatto tanti provini, sono andato via dall’Inter per trovare continuità. Il Palermo ha insistito tanto, mi chiamavano per venire a giocare qui”

Parla George Puscas.

L’attaccante rosanero è stato protagoniste del Palermo Football Tour. Il classe 1996 ha raccontato i suoi inizi: “Prima dell’esperienza all’Inter ho fatto dei provini. Quando ero nelle nazionali piccole in Romania. L’Arsenal mi seguiva, poi sono stato a Londra per fare un provino di una settimana. Feci molto bene, ero impressionato, mi piaceva tutto – ha ammesso ai microfoni del sito ufficiale -. Però ero troppo piccolo e non potevano portarmi lì senza la mia famiglia, i miei genitori non potevano venire perché lavoravano. Così mi hanno detto di aspettare che facessi 17 anni. Poi in inverno è arrivata l’Inter e mi ha preso senza provino. Ero molto contento, mi hanno chiamato e mi hanno detto di firmare subito“.

In nerazzurro ha avuto modo di giocare con tanti campioni, ma un episodio in particolare gli è rimasto impresso: “Quella con Milito è stata una delle più forti appena arrivato. Lui si era fatto male e ha giocato con la Primavera per iniziare a fare le prime partite. Io ero arrivato da poco, lui era in campo e sono entrato al suo posto. Già allenarmi con lui era una sensazione unica perché ero abituato a guardalo in TV, è tata una sensazione molto forte“.

Puscas ha poi parlato del suo arrivo nel capoluogo siciliano: “All’Inter mi sentivo bene, ma avevo voglia di essere protagonista in una squadra. Mi allenavo e giocavo con i giocatori forti ma non avevo la continuità che bisogna avere a questa età. Il Palermo ha insistito tanto, mi chiamavano per venire a giocare qui. Questo mi ha spinto a lasciare l’inter e venire qui per aiutare questa squadra a salire in Serie A“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy