PRESS ROOM, Stellone alla vigilia del Carpi: “Match da non sottovalutare. Out Trajkovski e Murawski, ecco cosa chiederò alla squadra…”

PRESS ROOM, Stellone alla vigilia del Carpi: “Match da non sottovalutare. Out Trajkovski e Murawski, ecco cosa chiederò alla squadra…”

Tutte le dichiarazioni rilasciate dal tecnico rosanero Roberto Stellone in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Carpi, valido per la decima giornata del campionato di Serie B

Il Palermo torna in campo in occasione del turno infrasettimanale, valido per la decima giornata del campionato di Serie B: i rosanero, tra le mura dello Stadio Cabassi, saranno domani sera ospiti del Carpi di Fabrizio Castori, squadra che milita nei bassi fondi della classifica con soltanto cinque punti conquistati.

Il tecnico degli isolani Roberto Stellone, intervenuto oggi in conferenza presso la sala stampa dello Stadio ”Renzo Barbera”, a poche ore dalla partenza verso il comune modenese, ha presentato la gara contro i biancorossi.

IL CARPI E I PRECEDENTI CON CASTORI – “Il Carpi non ha giocato e ha riposato, quindi serviranno energie in più. Le squadre allenate da Castori non mollano mai, sono squadre toste che spesso si calano nella partita cercando di prevalere sull’avversario attraverso la forza fisica. Badano sempre al sodo. Dobbiamo essere bravi a calarci nella partita di domani, ci sarà il campo non in perfette condizioni ma come prima cosa serve calarsi in quello che sarà l’andazzo della partita. Possiamo fare nostra la gara se metteremo in campo la giusta concentrazione e il giusto equilibrio. La sfida contro il Cesena di Castori dello scorso anno mi è sembrata simile a quella giocata contro il Venezia, abbiamo avuto diverse occasioni ma ci è mancato il giusto guizzo e soprattutto il gol. Contro i lagunari non abbiamo rischiato nulla, abbiamo subito un gol su deviazione. Dobbiamo essere meno frenetici sotto porta, domani non avremo possibilità di concludere molto in porta e dovremo cercare di sfruttare tutto quello che ci verrà concesso al massimo“.

L’ATTEGGIAMENTO –Non dobbiamo sottovalutare questa partita, dobbiamo cercare di vincerla fin dal primo minuto mettendo in pratica l’intelligenza e l’equilibrio. Serve il coraggio di vincere. Il lavoro che facciamo noi è generale, la squadra è preparata a non mollare mai in caso di vantaggio. Non bisogna difendere il gol anche se poi è normale che la squadra avversaria negli ultimi minuti provi a pareggiarla. Vedremo alla fine dell’anno in quante partite il Palermo subirà gol nei minuti finali o viceversa, siamo riusciti a segnare all’ultimo contro Crotone, Lecce e Venezia“.

IL TURNOVER –Se è stato giusto finora metterlo in pratica lo sapremo solo alla fine dell’anno. Può essere che ci sarà un calo normale, ricordiamoci che giocando ogni tre giorni domani la formazione sarà simile a quella di Lecce. Nella settimana tipo non cambierò sempre 5 o 6 elementi, questo è un turnover obbligato dalla vicinanza dei diversi match. Chi riposerà scenderà in campo dal 1′ contro il Cosenza. La scelta degli uomini è stata in base all’avversario, allo stato di forma e a chi era tornato dopo dalle Nazionali. Non avendo Trajkovski e Murawski devi fare la scelta migliore per non rischiare di non avere uomini da inserire a centrocampo. Non ho una squadra di casa e una da trasferta, il Carpi proverà a farci lo sgambetto per conquistare punti. Già fare 5 o 6 cambi sono tanti, toglierne anche altri sarebbe esagerato. Non ci si è accorti delle assenze di un giocatore piuttosto che di un altro, ho preferito in queste tre partite far giocare sempre Nestorovski e Jajalo perché sono quelli che stanno meglio. Rajkovic? Domani giocherà, ma aveva bisogno di un turno di riposo visto che aveva sempre giocato. Salvi può giocare tra i tre dietro, ma ho anche altre alternative. Adesso abbiamo tre sfide importanti che potranno delineare meglio il nostro cammino. Le scelte di domani sono dettate da quello che ho visto nelle ultime tre partite, comunque giocheranno in 11 domani (ride ndr)”.

GLI INFORTUNATI E IL MERCATO DI GENNAIO –Chochev si è allenato, ma ancora non ha il ritmo partita. Ancora non si sente di rientrare in campo, lo porteremo a Carpi e se dovesse servire il suo apporto sono sicuro che ci darà una mano nonostante sia fermo da diverso tempo. Struna? Ha recuperato perfettamente. Oggi c’è stato anche un problema familiare per Murawski e quindi non sarà della partita, a livello numerico ci siamo e sono certo che Chochev può riprendere la forma fisica. Se a gennaio ci saranno dei giocatori che non staranno benissimo allora vedremo se intervenire su profili che al momento potrebbero interessarci. A oggi però non ci pensiamo, vogliamo solo fare più punti possibili in queste partite“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy