Palermo-Vibonese, esordio assoluto per Marong: il difensore rosanero stupisce e si ricandida

E’ Bubacarr Marong la vera sorpresa di giornata

Il Palermo non va oltre il pareggio contro la Vibonese.

Zero a zero. E’ questo il risultato finale maturato ieri pomeriggio allo Stadio “Renzo Barbera”. Dopo la sconfitta rocambolesca patita a Monopoli, i rosanero steccano anche l’abbordabile turno interno contro la formazione calabrese.

Unica nota lieta, la prima apparizione da titolare di Bubacarr Marong. La vera sorpresa di giornata, protagonista di un’ottima prestazione. Si tratta dell’esordio assoluto con la maglia rosanero per lui: “Sono molto contento, ho aspettato due anni di scendere in campo. Palermo è casa mia, sono felice e voglio ringraziare tutti: dall’allenatore ai miei compagni di squadra. Ho saputo solo questa mattina che avrei giocato dall’inizio. Ho scelto di approdare al Palermo in Serie D, prima mi sono allenato e poi sono diventato un calciatore rosanero. In estate poteva anche starci di non essere confermato dato che ero in prova, il calcio è questo. Io posso giocare in diversi ruoli, sia terzino, sia da centrale e anche a centrocampo. So fare un po’ tutto”, ha dichiarato il classe 2000 nel corso della consueta conferenza stampa post-gara.

Il difensore gambiano, approdato nel capoluogo siciliano nell’estate del 2019, ha raccontato anche la sua personale esperienza con il Covid-19: “Ho avuto dei problemi ai polmoni a causa del virus, poi pian piano sono stato meglio e ho trovato la migliore condizione fisica. A chi dedico il mio esordio? A mia madre che mi ha rincuorato e mi ha detto che posso arrivare in alto. Sono contento di stare qui, la squadra dà sempre il massimo. Poi si può vincere, perdere o pareggiare. Il calcio è questo”, ha concluso Marong.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy