Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le dichiarazioni

Palermo, senti Gautieri: “Il Bari non ha già vinto, 7 punti si possono recuperare”

Palermo, senti Gautieri: “Il Bari non ha già vinto, 7 punti si possono recuperare”

Le dichiarazioni rilasciate da Carmine Gautieri, che nel corso della sua carriera ha conquistato una promozione in Serie B dopo aver trascorso parte della stagione fuori dai playoff

⚽️

"Se il Palermo ha ancora chance di agganciare il Bari? Ma sì, sappiamo benissimo che questo campionato è interminabile. Poi per carità, il Bari è costruito per vincere il campionato e ha fatto una campagna acquisti importante, ma oggi sta solo legittimando le proprie ambizioni". Lo ha detto Carmine Gautieri, intervistato ai microfoni del "Giornale di Sicilia". Il tecnico originario di Napoli, che nel corso della sua carriera ha conquistato una promozione in Serie B con la Virtus Lanciano dopo aver trascorso parte della stagione fuori dalla zona playoff, ha detto la sua sulle prestazioni offerte fin qui da Palermo, Bari, Catanzaro e Avellino.

BARI -"Bari? E' presto per dire che sia in fuga, il campionato è lungo e ci sono tantissime partite da giocare. Sicuramente non c'è un'altra Ternana, anche se il direttore Polito è un fenomeno nel gestire le squadre e ha costruito un Bari per vincere. Sette punti, alla fine, si recuperano in tre partite. E' chiaro, se il distacco dovesse diventare più pesante nelle prossime giornate, allora diventerebbe tutto più difficile, ma giù basta accorciare le distanze in due partite per riaprire il campionato. L'importante è non perdere terreno in questa fase per non farsi influenzare sul piano mentale", le sue parole.

EQUILIBRIO -"Serve equilibrio. Pensate al Catanzaro, sembrava incasinato fino a due partite fa, mentre oggi è secondo in classifica. Loro, l'Avellino e lo stesso Palermo sono squadre che hanno fatto un mercato per puntare a qualcosa di importante. Alla lunga i valori verranno fuori. Io credo che il campionato si decida sempre a febbraio. Poi è normale, se il Bari dovesse riuscire a sfruttare pure gli scontri diretti che dovrà affrontare, allora la classifica per le inseguitrici peggiorerebbe. Però il campionato di C lo conosco bene, so che basta poco per riaprirlo, anche quando sembra che sia tutto deciso. Può succedere l'inverosimile, tempo al tempo".

GLI ALLENATORI -"Nessuna ha un attaccante nei primi cinque posti della classifica cannonieri? Oggi, secondo me, la mentalità degli allenatori è cambiata. A volte si pensa troppo a non subire per mantenere un equilibrio generale, perché alla fine un allenatore viene sempre messo in discussione. Invece dobbiamo pensare a fare esprimere al massimo i nostri giocatori, senza aver paura di essere giudicati. C'è chi toglie un attaccante per mettere un centrocampista proprio per paura di essere messo in discussione, se le cose non vanno bene, Invece serve una mentalità vincente per farcela. Alla fine vince sempre chi fa un gol in più degli altri", ha concluso.

tutte le notizie di