Palermo, senti Di Donato: “Vi presento Corrado, lui da B. Boscaglia top, ma per vincere serve una cosa”

Palermo, senti Di Donato: “Vi presento Corrado, lui da B. Boscaglia top, ma per vincere serve una cosa”

Le dichiarazioni rilasciate dall’ex giocatore del Palermo, oggi allenatore del Trapani

Lo scorso 3 settembre l’ufficialità: Niccolò Corrado è un nuovo giocatore del Palermo.

Il giovane terzino classe 2000, approdato alla corte di Roberto Boscaglia con la formula del prestito annuale dall’Inter con diritto di riscatto e controriscatto, la scorsa stagione ha vestito la maglia dell’Arezzo, con la quale ha collezionato venti presenze in Serie C. Intervistato ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’, Daniele Di Donato – che ha guidato proprio Corrado in Toscana – ha speso parole al miele nei confronti del neo-acquisto rosanero.

“Ha voglia di migliorarsi, nonostante sia un 2000. Un giocatore che tutti vorrebbero avere: è un soldato. Più gioca, più si allena e più diventa forte. È da B, però ha fatto la scelta giusta. Palermo è il passaggio giusto in C in una grande piazza che vuole vincere. Corsa e tecnica fa la fascia 100 volte. La concorrenza con Crivello? È normale che quando vai a giocare in squadre importanti la competizione si alzi. Per lui sarà una forma di crescita che gli potrà fare soltanto bene e gli permetterà di imparare. Intelligente, saprà sfruttare le occasioni”, sono state le sue parole.

PALERMO – “Hanno preso una buon allenatore, per la categoria è il top. Mi pare che sia stiano muovendo bene sul mercato, anche se ora serviranno le ciliegine per completare un buon organico. Uno su tutti il bomber, se non hai una attaccante da doppia cifra è difficile salire in B”, ha concluso l’attuale allenatore del Trapani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy