Palermo, senti Ciaramitaro: “Vi presento Boscaglia, è un vincente che conosce bene la categoria”

Palermo, senti Ciaramitaro: “Vi presento Boscaglia, è un vincente che conosce bene la categoria”

Le dichiarazioni rilasciate da Maurizio Ciaramitaro, Ciccio Di Gaetano e Nino Daì

“Secondo me il Palermo ha fatto un’ottima scelta”.

Parola di Maurizio Ciaramitaro. L’ex centrocampista di Palermo e Trapani, intervistato ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’, ha detto la sua sulla scelta da parte del Palermo targato Hera Hora di affidare la guida tecnica della prima squadra in Serie C a Roberto Boscaglia.

“Boscaglia è un vincente per mentalità, conosce bene la categoria, sa cosa si aspettano da lui a Palermo e quali insidie nasconde il girone meridionale di C. È ovvio che la società deve mettergli a disposizione una squadra attrezzata, il che non significa giocatori altisonanti, bensì gente funzionale. Ma credo che il mister abbia ricevuto le necessarie garanzie in questo senso, altrimenti non avrebbe accettato di tornare in C. Al di là dei nomi, comunque, Boscaglia ama imporre il suo gioco. All’inizio della sua carriera praticava un 4-2-4 divertente e spregiudicato, ma col tempo è maturato e negli anni ha sfruttato anche altri sistemi di gioco”, sono state le sue parole.

DI GAETANO – Chi ha detto la sua in merito al ritorno del tecnico originario di Gela in Sicilia è Ciccio Di Gaetano, ex vice di Boscaglia a Trapani, oggi allenatore dell’Akragas in Eccellenza. “Il mister è molto legato alla sua terra, torna in Sicilia dopo alcuni anni e il fatto di guidare la squadra del capoluogo, quella più blasonata, gli darà uno stimolo in più. Per il resto posso dire che se riuscirà a riproporre il calcio con cui si è imposto a Trapani, il Palermo darà spettacolo”, ha dichiarato.

DAI’ – Anche per Nino Daì, storico giocatore del Trapani che con Boscaglia ha trascorso 7 anni della sua carriera, il Palermo ha fatto la scelta migliore: “È l’allenatore ideale per una piazza importante come Palermo. Fa piacere ritrovarlo in Sicilia. Mi auguro sia lui a riportare i rosanero dove meritano di stare, anche se sarà una Serie C tosta con tante rivali di livello. Il Palermo ha già diversi elementi importanti in organico, ora servono alcuni pezzi da 90 in grado di fare la differenza. Il modulo? È prematuro parlarne. Boscaglia è duttile, deciderà in base al materiale umano che il Palermo gli metterà a disposizione”, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy