Palermo, S. Tuttolomondo: “Arkus Network lascia in caso di Serie C? Smentisco, è un’illazione. Foschi e De Angeli…”

Palermo, S. Tuttolomondo: “Arkus Network lascia in caso di Serie C? Smentisco, è un’illazione. Foschi e De Angeli…”

Le dichiarazioni rilasciate dal direttore finanziaro di Arkus Network, Salvatore Tuttolomondo

“Il gruppo Arkus non ha mai ipotizzato di allontanare la dottoressa De Angeli e il dottor Foschi dai rispettivi incarichi”.

Parla così Salvatore Tuttolomondo. Il direttore finanziaro di Arkus Network, intervenuto ai microfoni di Trm nel corso della trasmissione ‘Zona Vostra’, è tornato a parlare del futuro societario del club rosanero, smentendo categoricamente i possibili addii di Rino Foschi e Daniela De Angeli. E non solo…

“Foschi e De Angeli via? Il Palermo Calcio è un bene collettivo e come tale va tutelato e preservato. Noi ci stiamo muovendo e continueremo a muoverci seguendo questa logica. Il fuoco che si sta alimentando in questo momento è ingiustificato e inutile”.

L’attesa per il secondo grado di giudizio tiene in ansia il club e i tifosi rosanero: la Corte Federale d’Appello ha fissato l’udienza per il ricorso alla retrocessione il 23 maggio alle ore 14.30, in quella stessa sede, il club di Viale del Fante conoscerà il suo futuro e saprà se il prossimo anno giocherà in Serie C, in Serie B o, ipotesi meno probabile, in Serie A.

“Se in caso di Serie C Arkus lascia? Mi fa piacere apprendere da più fonti che qualcuno faccia strategie per noi, però sono tutte strategie di carattere distruttivo. Io smentisco nella maniera più categorica un’illazione del genere. Ribadisco integralmente il contenuto del comunicato stampa diramato dalla Sporting Network. Noi non dobbiamo dare evidenza a nessuno, solo a noi stessi e agli organi del Palermo Calcio. Noi abbiamo già pagato debiti urgenti, abbiamo coperto tutti i costi dell’ultima partita di campionato, ovvero decine e decine di euro, rinunciando ai fondi per una beneficenza territoriale: nelle prossime ore verrà reso noto sul sito ufficiale l’ammontare della cifra destinata alla beneficenza. Non appena questa cifra sarà accreditata sui conti del Palermo Calcio – ha raccontato Tuttolomondo -, verrà distribuita tra i dodici destinatari che abbiamo individuato per indirizzare la beneficenza in operazioni mirate. Per quanto riguarda le evidenze documentali, integreremo un ulteriore file giovedì in sede di udienza. A tal proposito vorrei dire che il terzo grado di giustizia, o la Cassazione dello Sport per intenderci, interviene se e solo quando ci sono delle irregolarità da correggere. Dunque, giovedì è l’ultimo stadio, sebbene esistano altri strumenti giuridici per contrastare quest’ultimo provvedimento.

La Serie C è una grande boutade – ha proseguito -, però considerando che le sentenze secondo il nostro costume non si commentano, ma si eseguono, nell’ipotesi malaugurata e non temuta che giocheremo in Serie C, faremo fronte ai nostri impegni e non fuggiremo da Palermo, non scapperemo con le valigie di notte. Ci abbiamo messo la faccia e continueremo a farlo e resteremo a Palermo – ha concluso Tuttolomondo – “.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy