Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

palermo

Palermo, riecco l’incubo dei palermitani: Mazzotta torna al ‘Barbera’ da ex

Palermo, riecco l’incubo dei palermitani: Mazzotta torna al ‘Barbera’ da ex

In diverse occasioni nel corso del campionato, il Palermo si è ritrovato di fronte giocatori nati nel capoluogo siciliano. Stavolta, per la sfida al Bari, sarà il turno di Mazzotta, che ha anche vestito la maglia rosanero

Mediagol (ls) ⚽️

"Come già accaduto altre volte: occhio ai palermitani. Anzi, al palermitano, perché nel Bari ce n’è soltanto uno. Mazzotta ha inseguito a lungo in carriera la maglia rosanero e l’ha trovata nell’ultimo anno di vita del «vecchio» club di viale del Fante". Così l'edizione odierna del Giornale di Sicilia, che volge lo sguardo al big match che vedrà impegnate Palermo e Bari, con un occhio di riguardo al ritorno da ex di Antonio Mazzotta al 'Renzo Barbera'.

Dopo tre stagioni di gavetta dal 2006 al 2009, nelle quali non ha mai indossato la maglia rosanero sul campo, Mazzotta è stato riportato alla base da Rino Foschi nel 2018, l'ultima annata del vecchio club. 11 presenze e una rete per il difensore nato e cresciuto nel capoluogo siciliano, per il quale domani si prospetta una sfida dai contenuti emozionali non indifferenti.

Il rapporto tra il Palermo di Giacomo Filippi e i palermitani affrontati al 'Barbera' o lontano dalla Sicilia, non è stato quasi mai semplice. L'ultimo ad aver inciso su un risultato dei rosanero è stato Plescia, che nel pareggio interno contro l'Avellino si è procurato il rigore inesistente che ha consentito agli irpini di portare il risultato sull'1-1. C'è chi però è anche andato in gol contro la compagine di Viale del Fante, con una voglia da ex irrefrenabile. Nella debacle di Taranto, dove De Rose e compagni sono crollati con il punteggio di 3-1, spicca la firma di Saraniti, andato via in maniera rumorosa da Palermo dopo appena una stagione.

"Ma il Palermo non deve temere solo i palermitani. In generale, la sorte non sta girando dal verso giusto nemmeno contro i siciliani cresciuti nel vivaio di viale del Fante, magari nati o provenienti da qualche decina di chilometri di di- stanza dal capoluogo", prosegue il GdS, che punta i riflettori su Curiale, giustiziere dei rosa in Coppa Italia con il gol segnato per il Catanzaro che ha interrotto il cammino della banda di Filippi agli ottavi di finale.

In quest'ottica, oltre a Mazzotta, il Palermo potrebbe dover fare i conti solo con il mazzarese Terranova, avendo però tra le sue schiera un altro ex della gara, Perrotta. Il difensore che tanto bene sta facendo sotto la gestione di Filippi, è stato scaricato nella finestra estiva di calciomercato dai biancorossi, arrivando in Sicilia con la formula del prestito nell'ultimo giorno di trattative. Una voglia di rivalsa che certamente non mancherà nemmeno a lui, vista la chiusura poco felice del suo rapporto con la compagine pugliese.

tutte le notizie di