Palermo-Potenza, il “Barbera” può tornare ad essere un fortino: Boscaglia contro Capuano per tentare la risalita

La gara è in programma alle 15.00 allo Stadio “Renzo Barbera”

Quattro gare per tentare la risalita.

Dopo l’eroico pareggio contro il Catania e le importanti vittorie conquistate ai danni di Juve Stabia e Paganese, il Palermo è atteso ad un lungo e faticoso tour de force casalingo. Questo pomeriggio, i rosanero sfideranno il Potenza nel match valido per la seconda giornata del campionato di Serie C-Girone C. La sfida è stata rinviata per ben due volte: prima il 4 ottobre, quando due tesserati rossoblù sono risultati positivi al Coronavirus, successivamente lo scorso 29 ottobre per i casi di Covid-19 che hanno pesantemente colpito e decimato l’organico rosanero.

Sfatato il tabù del “Renzo Barbera”, i rosanero si apprestano ad affrontare un ciclo di gare senza sosta. La partita contro la compagine campana è stata solo la prima di una lunga serie di match casalinghi. Alle ore 15, infatti, andrà in scena la sfida contro la formazione di Ezio Capuano, che ha da poco preso il posto dell’esonerato Mario Somma. Roberto Boscaglia non ha dubbi, sarà una sfida da affrontare con grinta, determinazione, cinismo e concretezza: “Sarò anche ripetitivo ma al momento il nostro obiettivo è quello di vincere contro il Potenza. Dobbiamo migliorare la nostra classifica dando continuità ai risultati, non stiamo guardando le squadre che navigano nei primi posti. Stiamo cavalcando e dobbiamo continuare così”, ha dichiarato il tecnico rosanero nel corso della consueta conferenza stampa pre-gara.

Dopo un avvio di stagione certamente tormentato, il Palermo è risorto, trovando una propria identità ed inserendo la giusta marcia, superando quasi del tutto l’emergenza sanitaria. Nove i calciatori tornati a disposizione. L’ultimo in ordine di tempo, Edoardo Lancini, ancora non del tutto pronto al ritorno in campo: “Al momento sta lavorando a parte, deve fare un lavoro aerobico e di forza. Sarà con noi ma non è assolutamente pronto. Il resto della squadra, a parte due o tre, sta bene”, ha spiegato il coach ex Trapani.

Ma se i padroni di casa hanno il morale alle stelle, la stessa cosa non si può dire della squadra lucana, che dovrà fare a meno di numerose ed importanti pedine dello scacchiere rossoblù: ConsonCianciNigroDiogo Pinto Baclet fra tutti. Pertanto, Capuano volerà in Sicilia con una squadra totalmente rimaneggiata, ma Boscaglia non si fida e chiede ai suoi di non abbassare la guardia: “E’ una squadra allenata molto bene da Capuano e sarà un match complicato. Non c’è strada in discesa ma sempre in salita, in campo bisogna dare sempre tutto”, ha concluso l’allenatore gelese.

Fra poco più di sei ore, dunque, il Palermo avrà un’altra opportunità per fare del “Barbera” il proprio fortino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy