Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

pressroom

Palermo-Picerno, poker rosanero: l’analisi di Nardini

Palermo-Picerno, poker rosanero: l’analisi di Nardini

I rosanero di mister Silvio Baldini calano il poker alla formazione di Leonardo Colucci: quattro a zero il risultato finale

Mediagol ⚽️

Quattro a zero. È questo il risultato finale di Palermo-Picerno, gara andata in scena allo Stadio "Renzo Barbera" e valida per la trentacinquesima giornata del campionato di Serie C-Girone C. I rosanero di mister Silvio Baldini calano il poker alla formazione di Leonardo Colucci.

"Felici per i gol, ma anche per ciò che arriva in campo dopo le indicazioni del mister. Ho sentito Baldini, ero felice per lui perché so quanto ci tiene, purtroppo questo virus lo sta tenendo lontano dal campo. Venivamo da tre brutti pareggi, ma queste due vittorie ci riportano grande autostima. Complimenti al mister perché questo lavoro porta grandi risultati. Secondo posto? Bella notizia la sconfitta del Catanzaro, ma non dobbiamo guardare gli altri e dobbiamo pensare a fare grandi prestazioni, giocando come dice Baldini con pressioni e verticalizzazioni. Luperini, Valente, Floriano, Brunori, tutti fantastici oggi. Per noi è importante che gli attaccanti capiscano l'efficacia di andare con questa intensità in pressione. Sono molto legato al mister, è il quinto anno che sono con lui. Logico che sia una gioia stare in panchina, ma anche per lui nonostante sia lontano. Io sono contento di tornare al mio posto, ma stare seduti su quella panchina è una gioia bellissima. Volevo fare un plauso allo staff, è davvero professionale a partire dai preparatori. Complimenti anche al match analist e a Santana, ma come a tutto lo staff, che senza il mister hanno dato qualcosa in più, non era facile, trovando risultati che portano orgoglio", ha dichiarato in conferenza stampa Mauro Nardini, vice allenatore al quale è stata affidata la panchina per l'assenza di Silvio Baldini, contagiato dal Covid-19.

Matteo Brunori apre le danze con una doppietta che lo porta a 23 gol stagionali; Edoardo Soleri la chiude con un pallonetto dai 40 metri: in mezzo la rete segnata da Roberto Floriano. 

"Ci sono rimpianti, per noi come per altre squadre. Abbiamo preso tre punti in partite fattibili, ma ci sono episodi che ci sono andati contro. Il mister ha un'idea in testa, ma il gruppo è formato da 24 giocatori, con tutti che devono essere partecipi- Sono tutti titolari, se anche uno abbassa la concentrazione le cose vengono più difficili. Con questa formazione abbiamo fatto nove gol, ma anche con altri giocatori la squadra ha fatto bene. Ultime tre partite? Non c'è bisogno di motivare i ragazzi, l'ambiente viene motivato da solo. Se non di importanza a queste partite vuol dire che qualcosa non va. Delle prove per capire quanto siamo forti, tutti match molto importanti nei quali dobbiamo dimostrare che siamo un'ottima squadra che può ambire alla Serie B. Dobbiamo lavorare in questo mese per avere delle certezze, conquistando consapevolezze che ci possano portare a quest'obiettivo. Abbiamo preparato la partita in un certo modo, ma all'inizio abbiamo fatto fatica per il loro atteggiamento a centrocampo, sono rimasti molto stretti impedendoci di trovare soluzioni tra le linee. Poi, come tutte le squadre, loro hanno dato l'anima ma noi siamo andati sull'uno contro uno facendogli male. A volte incontri avversari che si chiudono, prendendo in una prima parte di gara delle determinata misure. Porta inviolata? Molto importante, anche sul 4-0 chiamavamo la difesa alla concentrazione. Non abbiamo subito tanto e questo è merito di tutto il reparto", ha concluso Nardini.

tutte le notizie di