Palazzi: “Bilancio non positivo. Da Boscaglia a Filippi, ecco cosa è cambiato”. E sui playoff…

Le parole del centrocampista rosanero in vista del finale di stagione

Palermo

Andrea Palazzi si proietta verso il finale di stagione.

Palermo

Il centrocampista del Palermo, Andrea Palazzi è stato uno degli elementi più considerati sia nella gestione targata Roberto Boscaglia, che lo ha reinventato difensore centrale, per esigenze tecniche e tattiche dovute anche alle lacune di un mercato poco brillante, sia anche nella gestione attualmente in corso di Giacomo Filippi. Il numero 5 rosanero, in vista delle ultime sette gare di campionato, nel corso dell’intervista rilasciata a Siamo Aquile in onda su Trm, ha raccontato la sua esperienza in rosanero e l’obiettivo in vista del termine della stagione.

CAMPIONATO – “Il bilancio non è stato positivissimo, in termini di risultati, ci aspettavamo tutti qualcosa in più, a partire da noi giocatori ovviamente. Ci aspettavamo di trovarci in una posizione di classifica differente, ora non so dirti di preciso cos’è andato e cosa no, evidentemente poi la società ha fatto questa scelta. Noi abbiamo la fortuna comunque di conoscere bene mister Filippi già da un anno, ha idee simili ma anche diverse sotto certi aspetti e noi cerchiamo di seguirlo, per cercar di finire bene questo campionato che comunque non è partito bene. Non abbiamo mai avuto grandi continuità nei risultati e dobbiamo cercar di fare queste sette partite che restano, con la continuità che non abbiamo mai avuto”.

SOSTA “Sicuramente dopo la vittoria di Pagani eravamo carichi, magari avevamo il morale un po’ più alto ma ci dispiace per il Monopoli. Noi ci siamo già passati e non è bello avere una situazione simile in squadra. Adesso abbiamo sette partite in ventotto giorni e dobbiamo cercare di far bene, quando recupereremo anche la gara contro il Monopoli non sarà un problema. L’unico problema è cercare di tornare a fare bene in queste partite qua ed avere continuità in questi ventotto giorni”.

PLAYOFF – “Ovviamente partire da una posizione più bassa non aiuterà nei playoff, perché sappiamo benissimo che arrivando decimi, devi vincere tre partite fuori casa con squadre che non è facile incontrare. Tornando a quello che dicevo prima, bisogna affrontare queste partite al meglio, cercando di vincere più partite possibili e far più punti possibili, per arrivare in una buona posizione. Non nascondiamoci dietro a un dito, ormai sappiamo che il campionato penso sia vinto dalla Ternana. ormai dobbiamo contare che siamo decimi, contando la patita che no abbiamo giocato sabato e dobbiamo finire questo campionato qua facendo al meglio in queste sette partite. Poi inizierà un’altro campionato ( i playoff) e lì sarà un’altra storia, assolutamente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy