Palermo, l’era inglese: non solo Richardson, anche Facile in liquidazione. I dettagli

Palermo, l’era inglese: non solo Richardson, anche Facile in liquidazione. I dettagli

Le rispettive società dei due ex dirigenti del club di viale del Fante (presidente e amministratore delegato) sono in liquidazione

Grane.

L’era inglese  si è chiusa nel peggiore dei modi per la Sport Capital Group, società che aveva rilevato il 100% delle quote del Palermo da Maurizio Zamparini. Nella fase iniziale, secondo quanto annunciato dal canale Pop Economy, la società che avrebbe dovuto acquistare il club rosanero sarebbe dovuta essere la Global Futures Sports & Entertainment, alla quale veniva attribuito «un giro d’affari di 500 milioni di sterline».

La compagine che vedeva in prima linea Clive Richardson (divenuto poi presidente del Palermo) ha avviato ieri la procedura di fallimento. Ma non solo. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia non sarebbe in un ottimo momento nemmeno la società dell’ex amministratore delegato rosanero: “Non arrivano buone notizie nemmeno per Emanuele Facile, advisor del gruppo inglese e ad del club in quel periodo: la Advam Partners Sgr, del quale era partner e amministratore delegato, è in liquidazione“. La società, che gestiva anche alcuni centri commerciali dell’ex patron del Palermo Calcio Maurizio Zamparini, «è stata sottoposta a liquidazione coatta amministrativa con decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze del 16 maggio 2019, su proposta della Banca d’Italia e con il conforme parere della Consob». Affari non certo di rilievo, infine, anche per la capogruppo di tutte le “scatole” inglesi, ovvero Sport Capital Group, “che nel listino Nex di Londra ha venduto giusto qualche azione solo per abbassarne il prezzo“, conclude il quotidiano.

WhatsApp Image 2019-06-18 at 07.34.40

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy