Palermo, maglie storiche e realtà virtuale: il museo dei rosanero fa vivere un allenamento

La descrizione del Palermo Museum, nato allo Stadio “Renzo Barbera”

“Maglie storiche e realtà virtuale: il museo dei rosanero fa vivere un allenamento”.

Titola così l’edizione odierna de ‘La Repubblica – Palermo’. Lo scorso 1° novembre, nel giorno in cui il club rosanero ha compiuto 120 anni, è nato allo stadio “Renzo Barbera” il Palermo Museum. A causa dell’emergenza Covid-19, al momento il museo è chiuso al pubblico. Il primo a visitarlo è stato, però, il presidente Dario Mirri in compagnia del sindaco Leoluca Orlando.

“A riempire le tasche del museo sono state le donazioni dei tifosi arrivate da tutto il mondo. Sono arrivati pezzi unici di appassionati e collezionisti dal Sud America all’Australia: maglie, fotografie storiche, foto del tifo organizzato, contenuti audiovisivi, memorabilia, materiale sportivo, maglie, biglietti e tagli di giornali”, si legge. Ma non solo; oltre alla hall of fame rosanero, all’interno del Palermo Museum vi è anche uno spazio virtuale con un percorso tematico “attraverso installazioni ed esperienza interattive”. Si può, dunque, vivere l’esperienza di allenarsi con il Palermo con la realtà virtuale, indossare le maglie che hanno fatto la storia con cabine fotografiche digitali e assistere a proiezioni di filmati della storia del club (LEGGI QUI I DETTAGLI).

Presto sarà possibile organizzare visite guidate su prenotazione, nel rispetto di tutte le normative e le prescrizioni di sicurezza vigenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy