Palermo, Luperini e il Coronavirus. L’agente: “Ecco come sta, aspetta di rifare il tampone”

Le dichiarazioni rilasciate dall’agente del centrocampista del Palermo

Un vero e proprio focolaio.

Sono diciannove i tesserati del Palermo (quindici calciatori e quattro membri dello staff, compreso il tecnico Roberto Boscaglia) ad aver contratto il Coronavirus nei giorni scorsi. Tre, dunque, le partite rinviate. Giornate certamente surreali per la compagine rosanero, decimata dal virus. In fondo al tunnel, però, si intravede un puntino di luce: nella giornata di venerdì, il club di viale del Fante ha comunicato che il ciclo di tamponi effettuati ha evidenziato esito negativo per sei calciatori che erano risultati positivi nei giorni scorsi.

foto facebook palermo

Uno dei giocatori del Palermo colpito dal Coronavirus è Gregorio Luperini. A darne la conferma, l’agente del centrocampista Giocondo Martorelli, intervistato ai microfoni di ‘TuttoMercatoWeb’.

“In ogni angolo del quotidiano non si fa altro che vivere questo momento particolare. Per molte società sta rappresentando qualcosa di incredibile. La Reggiana è stata colpita in maniera importante così come il Palermo dove Luperini aspetta di rifare il tampone affinché questo momento possa passare anche se la considera un’influenza. L’unica cosa è che ha perso un po’ il senso dell’olfatto. Con l’influenza magari esci, con il Covid devi stare a casa. Gregorio avrebbe anche la forza di allenarsi ma non è possibile. Sta solo a casa, mantiene fede agli impegni del protocollo sanitario. Preoccupato che il calcio possa fermarsi? No. Tutte le persone con cui mi sono interfacciato mi hanno detto che è come un’influenza. C’è tanta attenzione da parte di tutto l’ambiente calcio. Non vedo le condizioni per fermare il campionato”, sono state le sue parole.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy