Palermo, l’incubo Covid: i sospetti sulla “bolla” violata e quel caso nell’Under 17…

Potrebbe essere stato un allenamento ad aver fatto scoppiare il focolaio Covid

“La pista sui contagi da record porta a un Allievo infetto”.

Titola così l’edizione odierna de ‘La Repubblica – Palermo’, che punta i riflettori sul focolaio Covid scoppiato in casa Palermo. In totale, sono diciannove i tesserati ad aver contratto il Coronavirus nelle ultime settimane. E quando l’emergenza sembrava finita, sette tra i guariti sono risultati nuovamente positivi. Al momento, in attesa dei risultati del nuovo ciclo di tamponi, sono dodici in calciatori in isolamento e, dunque, indisponibili per la sfida contro la Juve Stabia, in programma domani pomeriggio.

“Nonostante le precauzioni seguite e i protocolli rispettati alla lettera il virus si è infilato nel gruppo squadra che dal primo giorno di ritiro a Petralia Soprana viaggia praticamente blindato rispetto ai tifosi e alla stampa. […] Lecito chiedersi allora come ha fatto il coronavirus a forzare il blocco dei rosanero. Una spiegazione certa non c’è”, si legge. “Un sospetto, però, a guardare la dinamica temporale dei fatti che hanno segnato le ultime tre settimane in casa Palermo dal 21 ottobre scorso potrebbe essere legato al primo caso di positività comunicato dalla società il 20 ottobre”.

Si tratta di uno degli allievi della squadra under 17, con il club di viale del Fante che lo scorso 20 ottobre che ha deciso di sospendere per alcuni giorni tutte le attività delle squadre del proprio settore giovanile nelle categorie Primavera, Allievi under 17, Giovanissimi under 15, Giovanissimi under 14.

“Un lasso temporale che lascia immaginare come la positività annunciata il 20 risalga a sabato 17 o a venerdì 16 per via dei dieci giorni di isolamento previsti prima del tampone di controllo. E i tempi coinciderebbero anche fra la positività accertata di uno degli Allievi, l’incubazione e i primi quattro casi emersi nella prima squadra del Palermo alla vigilia della partita contro la Turris”. Un match mai disputato e rinviato al prossimo 25 novembre. Dunque, a forzare la bolla rosanero potrebbe essere stato un allenamento con qualche ragazzo aggregato alla prima squadra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy