Palermo, l’ad Facile: “Società piena di problemi, ai tifosi dico una cosa. Mercato? Foschi e Stellone…”

Palermo, l’ad Facile: “Società piena di problemi, ai tifosi dico una cosa. Mercato? Foschi e Stellone…”

L’amministratore delegato del Palermo, Emanuele Facile, prova a fare chiarezza sul futuro del club rosanero

Parla Emanuele Facile.

Dopo il caos degli ultimi giorni, che ha visto il Palermo dover far i conti prima con i guai dell’ormai ex patron Maurizio Zamparini, e dopo con la doppia sconfitta in campionato contro Salernitana e Cremonese, il nuovo amministratore delegato club rosanero – nonché socio dell’advisor Financial Innovations Team -, intervenuto ai microfoni di PalermoToday, ha cercato di fare chiarezza sul futuro della società.

I tifosi chiedono chiarezza? Vorrei fare una riflessione preliminare – ha detto Facile -, abbiamo appena preso in carico una società piena di problemi, sulla quale pendeva una sentenza della cassazione fino a venerdì scorso. Finora abbiamo ricevuto solo sospetti e critiche. Nessuno però ha mai rilevato l’onere di cui si fa carico chi l’ha acquistata”.

Chiosa finale sul calciomercato, ormai vicino al gong finale: “Per quanto riguarda il mercatoil direttore sportivo, Rino Foschi, e allenatore, Roberto Stellone, ritengono che la rosa del Palermo sia più che completa. La squadra è prima in classifica – ha concluso Facile –“.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto-Londra - 8 mesi fa

    Egregio Sig Facile,
    Purtroppo per Voi, i tifosi del Palermo sono voraci e vogliono sapere tutto della squadra per cui tifano.
    Lei parla a nome di una presunta proprietà che fino ad oggi non ha versato soldi in cassa, che è nata dalle rassicurazioni zampariniane, che non ha presentato adeguata documentazione presso gli organi competenti e che, se lo lasci dire, non può chiedere di essere considerata credibile.
    Lei ed l’ormai desaparecido professore della Luiss siete 2 “teste di legno” (reminiscenze di diritto), ovvero prestanome per conto terzi. Purtroppo il gioco vi sta sfuggendo di mano.
    Le 200,000 scatole cinesi non sono state una grande idea se uno non mette capitali e non sa come reperire fondi.
    Faccia una bella cosa: venda in questi 2 giorni che restano.
    Lasci che Alyssa paghi i suoi debiti. Zamparini colmo di amore com’è per Palermo non esiterà un attimo a mettere mano al portafogli e ritornare quei 27milioni… o forse no!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alberto-Londra - 8 mesi fa

    Egregio Sig.Facile,
    Nessuno obbligò i presunti acquirenti a comprare la società.
    Dico presunti perché allo stato attuale, nonostante le dichiarazioni di garanzia zampariniane, nonostante le 200,000 scatole cinesi, nonostante le loan notes, soldi nelle casse societarie non ne sono arrivati.
    Mi permetta di considerarla un pupazzo al servizio di un gioco di cui sta perden

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gianfranco - 8 mesi fa

    e ora di finirla che ci dicano la verita e basta
    se fosse cosi zamparini ci vuoi veramente male
    comunque sempre forza palermo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy