Palermo, la rabbia di Tony Sperandeo: “Un’ingiustizia atroce, hanno calcolato ogni cosa”

Palermo, la rabbia di Tony Sperandeo: “Un’ingiustizia atroce, hanno calcolato ogni cosa”

Il noto attore palermitano angustiato per la situazione paradossale che ha colpito la sua squadra del cuore

Tony Sperandeo scende in campo per il suo Palermo.

Il noto attore palermitano, grande tifoso del club rosanero, era presente in quel di Roma nel giorno in cui si sarebbero dovute decidere le sorti del club di Viale del Fante. La Corte Federale d’Appello si sarebbe dovuta esprimere in merito alla richiesta della Procura della Figc che ha deciso di retrocedere il Palermo in Serie C, a causa di irregolarità amministrative compiute tra il 2014 e il 2017. Presso la sede della Corte Federale d’Appello si è riunita nel primo pomeriggio anche una gran moltitudine di tifosi rosanero che ha protestato contro le decisioni della Procura e del Collegio della Lega B che non ha atteso la sentenza d’appello. A difendere i propri colori anche il celebre attore palermitano che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai cronisti presenti.

Quello che sta accadendo al Palermo è un’ingiustizia. Perché noi cittadini palermitani dobbiamo ancora subire, tra le altre cose in un giorno, il 23 maggio, che per noi è particolare. Se il signor Zamparini è stato assolto perché dobbiamo subire quest’ingiustizia, per quale motivo questi signori ci hanno escluso dai playoff ed eliminato i playout? Per salvare la Salernitana? Siamo stanchi di queste ingiustizie, siamo una grande tifoseria e non meritiamo questo trattamento. Un comportamento scorretto nei riguardi della città e dei cittadini, è stato tutto calcolato. Direi che è stata una cosa programmata, definirei i giudici dei mafiosi e dei calcolatori perché non ha avuto alcun senso far partire i playoff senza attendere l’appello e cancellare i playout. Speriamo esista una giustizia perché Palermo non merita tutto questo, comunque mi chiamo Sperando e di conseguenza spero sempre. Non capisco perché l’abbiano a morte con il Palermo, è davvero vergognoso. Sentenza? Spero che si ribalti ogni cosa, ma vorrei che almeno non ci retrocedessero in serie C perché sarebbe davvero scandaloso”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sotfr_66 - 4 mesi fa

    Tutto programmato per potere dire all fine che è troppo tardi e la situazione si è cristallizzata e non si può più fare nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. EN28 - 4 mesi fa

    Il 28 la decisione per i playout e il 29 discutere sul Palermo? Non sanno più come fare per mandarci in C,inqualificabili!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy