Palermo, la grinta di Luperini: “Serve cambiare marcia nel girone di ritorno. Classifica? Non siamo da decimo posto”

Le parole del centrocampista del Palermo

Luperini

Gregorio Luperini a 360°.

Il centrocampista del Palermo ha analizzato step by step la prima parte di stagione disputata dai rosanero che al momento occupano la decima posizione in classifica nel girone C del campionato di Serie C. L’ex Trapani, nel corso dell’intervista rilasciata a “Siamo Aquile” in onda su Trm, ha parlato anche degli obiettivi di squadre in vista del girone di ritorno.

“Penso che non ci sia una differenza di valori tra di noi e la coppia Bari-Ternana, l’abbiamo dimostrato quando li abbiamo affrontati. Noi abbiamo perso dei punti in partite che avremmo dovuto vincere poi ci sono delle finali come le sfide contro le pretendenti, quelle che contano veramente sono quelle che in qualche modo fanno da contorno. Pareggio contro il Bari? Noi tutti abbiamo pensato che sono stati due punti persi, poi si poteva vincere e si poteva anche perdere dato che abbiamo anche concesso qualche contropiede. Abbiamo preso il punto e va bene così, ma l’entusiasmo e la voglia di portare a casa punti deve essere quella. Decimo posto? Non siamo da decimo posto, abbiamo fatto un girone d’andata non positivo e sappiamo che bisogna dare di più per scalare la classifica. Pretendiamo di più da noi e vogliamo chiudere il campionato in un’altra posizione per giocarci nel migliore dei modi i play-off. Condizione fisica? Fisicamente sto bene, più partite gioco e più facilmente riuscirò ad arrivare alla mia forma fisica ideale; so che se gioco con continuità e metto minuti nelle gambe non sono un giocatore da partita singola. Di Piazza? Ho letto qualcosa ma noi facciamo riferimento solo a Mirri, Sagramola e Castagnini; non abbiamo neanche parlato. Ho sempre reso in un centrocampo a 3, ma non ci sono problemi a giocare a 2. Non mi esprimo magari al 100% e ho qualche difficoltà in più, ma ripeto che non è per nulla un problema. Boscaglia? È un allenatore preparato e per lui non servono presentazioni, lo seguiamo sempre sotto ogni aspetto. Un rimpianto? La partita contro il Catania perchè non c’ero. Vogliamo migliorare la nostra posizione della classifica e vorremmo rigiocare la maggior-parte delle partite, intanto dobbiamo vincere le sfide contro Cavese e Virtus Francavilla. Sappiamo che tifosi, società e noi stessi non siamo contenti, dobbiamo fare un girone di ritorno di alto livello altrimenti è giusto che ci mandino tutti a casa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy