Palermo in Serie C, la FIGC prende tempo: rinviata l’udienza, il comunicato ufficiale

Palermo in Serie C, la FIGC prende tempo: rinviata l’udienza, il comunicato ufficiale

Il comunicato ufficiale della Federazione, attraverso il quale è stata ufficialmente rinviata l’udienza per decidere le sorti del club rosanero

Il futuro del Palermo continua a navigare nell’oscurità.

La giornata di oggi avrebbe dovuto essere decisiva per le sorti del club rosanero: la Corte Federale d’Appello si è riunita per deliberare sul ricorso presentato dalla società dopo la decisione del Tribunale Nazionale Federale che aveva condannato i siciliani alla retrocessione in Serie C.

Palermo, il giorno della sentenza: inizia udienza presso la Corte Federale d’Appello

Per tale ragione moltissimi tifosi del Palermo si sono riuniti e sono partiti in direzione di Roma, per spostare la protesta dalla propria città alla sede della FIGC: il principale obiettivo, oltre a quello di manifestare il proprio dissenso a coloro i quali avrebbero preso la decisione finale, era quello di tentare di ottenere giustizia.

VIDEO Palermo, il giorno della sentenza: i cori dei tifosi rosanero davanti la Corte Federale

Poco dopo l’inizio dell’udienza, è arrivata la comunicazione che ha scosso ancora di più il mondo del Palermo: non è stata infatti presa alcuna decisione e, a causa dell’astensione del presidente Sergio Santoro, l’udienza è slittata al 29 maggio.

Palermo, l’avv. Di Ciommo: “Udienza slittata? Ecco cosa è successo. La strada è in salita, ma…”

Dopo il comunicato pubblicato sul sito del club, anche la FIGC ha ufficializzato lo spostamento dell’udienza, attraverso un comunicato pubblicato sul sito ufficiale della Federazione:

In virtù dell’astensione del Presidente Sergio Santoro, comunicata direttamente nel corso dell’udienza odierna, il Prof. Paolo Cirillo, assunta la presidenza del Collegio ed acquisita seduta stante la disponibilità di altro giudice della Corte, Dott. Luigi Caso, ha disposto l’integrazione del Collegio fissando l’udienza per il giorno 29 maggio alle ore 16.30“.

Una scelta che complica decisamente il futuro del Palermo e forse spegne le speranze di ribaltare la sentenza del TFN: il 29 maggio infatti sarà il giorno antecedente all’andata della finale dei playoff, e sembra molto difficile immaginare che la Lega B possa riammettere i rosanero nella corsa verso la conquista della Serie A.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy