Palermo in Serie C, Foschi non ci sta: “Qualcuno ci sta facendo del male. Siamo onesti e seri, non meritiamo questa punizione”

Palermo in Serie C, Foschi non ci sta: “Qualcuno ci sta facendo del male. Siamo onesti e seri, non meritiamo questa punizione”

“Se si tratta di questioni del passato è nel passato che andavano decise certe cose”

La rabbia.

La sentenza inflitta al Palermo dal Tribunale Federale Nazionale è di quelle pesantissime. Il club rosanero è stato condannato alla retrocessione in Serie C, una decisione che ha fatto scatenare l’ira di tutti. Chi non ci sta è sicuramente anche il direttore sportivo della società di viale del Fante, Rino Foschi, che fin da questa estate si è impegnato a 360 gradi per cercare di riuscire a raggiungere tutti gli obiettivi. Intervistato da Il Giornale di Sicilia, l’esperto dirigente romagnolo ha affermato: “Da quest’estate abbiamo fatto il nostro dovere con la massima professionalità. Se si tratta di questioni del passato è nel passato che andavano decise certe cose. Non adesso, per questo non l’accetto e non lo accetterò mai. So solo che quest’anno ci stanno facendo pagare la nostra onesta e il lavoro che abbiamo fatto, che stiamo facendo ancora. Questo non è giusto, allora il Palermo non andava iscritto quest’estate, invece di fare tutti questi processi in fretta“.

Secondo Foschi c’è qualcosa di strano all’interno della vicenda, ma pensa soprattutto al futuro delle persone che lavorano all’interno del club: “Qualcuno ci sta facendo del male. Sta facendo del male alla quinta città d’Italia, ad un tifo spettacolare e a cinquanta famiglie che vivono grazie al lavoro di quest’azienda. Siamo onesti e seri, non meritiamo questa punizione. Specialmente per chi lavora in questa società“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy