Palermo in Serie C, Binda: “Credo che la sentenza verrà confermata, ma non escludo che…”

Palermo in Serie C, Binda: “Credo che la sentenza verrà confermata, ma non escludo che…”

Le dichiarazioni rilasciate dal noto giornalista, Nicola Binda, sulla delicata situazione del Palermo: “Non è escluso che i rosanero possano aver ragione e rientrare in B in sovrannumero”

Cresce l’attesa in casa Palermo il secondo grado di giudizio.

L’udienza fissata per questo pomeriggio, alle ore 16.30, presso la Corte Federale d’Appello, tiene in ansia società e tifoseria rosanero: tutto pronto per questo nuovo “round” della contesa, in ballo il futuro del club di Viale del Fante, retrocesso in Serie C a seguito di quanto deliberato, lo scorso 13 maggio, dal Tribunale Federale Nazionale della FIGC, in merito all’illecito amministrativo contestato dalla Procura Federale ai danni dello stesso club.

Sul possibile verdetto della sentenza del Palermo Calcio, che interessa anche a Foggia, SalernitanaVenezia, in attesa di capire chi sarà realmente retrocesso in terza serie e chi, invece, dovrà giocare i playout, si è espresso il noto giornalista, Nicola Binda, intervenuto ai microfoni di ‘Radio Alfa’: “E’ stato un anno maledetto e che deve far riflettere. Ci va di mezzo il campionato e tutti coloro che seguono. Certe vicende rovinano l’immagine di una categoria. Dai segnali che ha mandato la Corte Federale nei giorni scorsi, credo che si andrà verso la conferma di quella che è stata la sentenza di primo grado, non penso che la Corte Federale possa stravolgerla. Credo che si andrà verso il playout Salernitana-Foggia, che comunque è molto complicato da giocare e pieno di incognite dopo tutto questo tempo”.

“Per il Foggia sarebbe una conquista dopo una retrocessione già scritta, la squadra avrebbe una bella spinta sul piano del morale. Ad esempio per il Venezia invece giocarlo potrebbe creare apprensione – ha aggiunto -. In ogni caso sembra che la corte federale confermerà la sentenza di primo grado. Il Palermo potrà giocarsi le sue carte nei successivi gradi di giudizio, ma adesso si scrive la classifica di questa stagione. Il 2 luglio poi ci sarà il processo in sede penale e potrebbe esserci un nuovo scenario. Non è escluso ad esempio che il Palermo possa aver ragione e rientrare in B in sovrannumero – ha concluso Binda –“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy