Palermo, il dietrofront di Sinistra Comune su Arkus Network: “Holding neonazista? Prendiamo atto della smentita”

Palermo, il dietrofront di Sinistra Comune su Arkus Network: “Holding neonazista? Prendiamo atto della smentita”

Dopo il comunicato diramato nei giorni scorsi da Arkus Network, è arrivato il passo indietro da parte dei consiglieri comunali di Sinistra Comune: la nota

Sono ore decisive per il futuro del Palermo Calcio.

Nella giornata di oggi, infatti, è atteso il closing relativo al definitivo passaggio di proprietà ad Arkus Network, società italiana che si occupa principalmente di turismo e settore alberghiero.

Dopo il comunicato (APPROFONDISCI QUI) diramato nei giorni scorsi dal gruppo polifunzionale stesso finalizzato a smentire qualsiasi tipo di connotazione politica estremista del gruppo ed a chiarire il ruolo di Stefano Pistilli – director di Gepro Investments Partners Limited, società che detiene la maggioranza delle azioni di Arkus Network – è arrivato il dietrofront da parte dei consiglieri comunali di Sinistra Comune, timorosi che il club di viale del Fante potesse finire nelle mani “di un gruppo di neonazisti”.

“Prendiamo atto delle dichiarazioni rese dalla Arkus, nella persona di Tuttolomondo, che smentiscono le notizie pubblicate dagli organi di informazione relativamente al rapporto tra Stefano Pistilli e gruppi neonazisti. Evidentemente la presa di posizione del nostro gruppo è servita a fare chiarezza. L’interesse comune deve essere quello di portare alto il livello calcistico in città: la squadra di calcio rappresenta un patrimonio di Palermo e di tutti i suoi cittadini, indipendentemente dal tifo e dalla passione per lo sport. I risultati della squadra incidono in modo rilevante sull’economia e sulla tenuta sociale dell’intera comunità cittadina”, scrivono in una nota Barbara Evola, Fausto Melluso, Katia Orlando e Marcello Susinno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy