Palermo, il cuore d’oro dei rosanero: il regalo al quartiere Zen e la lodevole iniziativa

I calciatori rosanero si sono trasformati in operai: la lodevole iniziativa

“Il Palermo vince in campo e fuori”.

Titola così l’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport’, che punta i riflettori sulla recente iniziativa del club di viale del Fante. Lo scorso giugno la squadra ha rinunciato al premio promozione stanziato per la vittoria del campionato di Serie D, utilizzandolo per scopi benefici. “Una prima iniziativa è stata realizzata nei mesi scorsi assieme alla Caritas con ‘Aquile di quartiere’, che mirava a creare scuole calcio in diversi punti della città”, si legge.

Il Palermo, dunque, ha deciso di fare qualcosa di concreto per la scuola “Falcone” dello Zen, presa di mira a più riprese dai vandali, insieme ai redattori de ‘Le Iene’, che nei prossimi giorni manderanno in onda il servizio. Nel dettaglio, con i fondi messi da parte dai calciatori, prima è stato montato un impianto di video sorveglianza, poi quattro fra i protagonisti della scorsa stagione – ma in rappresentanza di tutti (compresi i nuovi arrivati) – giovedì sono andati di persona a sistemare il campo di calcetto dell’istituto.

Pelagotti, Crivello, Doda e il capitano Santana, si sono trasformati in operai per completare un lavoro già iniziato, con la posa dell’erba sintetica e la sistemazione delle ringhiere e delle porte. […] Ma non è tutto perché il Palermo vuole evitare di compiere un singolo gesto e poi far tornare tutto come prima”, scrive il noto quotidiano sportivo. L’obiettivo è di recarsi spesso allo Zen e far disputare nel campetto anche qualche allenamento della compagine rosanero, “magari di sola atletica o su lavori specifici, rafforzando con la presenza il rapporto col quartiere”. Il campo sarà utilizzabile già nei primi giorni della prossima settimana.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy