Palermo, Guzzetta è l’uomo di Ferrero: “Ama e vuole il club rosa, pronto ad incontare Mirri. Lui e Perinetti…”

Le dichiarazioni del commercialista di Massimo Ferrero, Castrenze Guzzetta

ferrero

Il Palermo di proprietà di Hera Hora è sempre più prossimo ad un bivio che potrebbe delineare una svolta e cambiare, in un senso o nell’altro, il futuro del club di Viale del Fante.  Dario Mirri non ha fatto mistero di starsi già adoperando alla ricerca di potenziali nuovi investitori in grado di supportarlo nel prosieguo della sua avventura in seno alla società rosanero, o, in alternativa, a rilevare per intero il pacchetto azionario del club.

Nessuna trattativa ufficialmente in corso, ma una significativa chiacchierata interlocutoria ed esplorativa, come documentato in esclusiva dallaredazione di Mediagol.it, tra Dario Mirri ed il patron del Leeds ed Eleven Sports, tra gli altri numerosi e prestigiosi asset, Andrea Radrizzani alla presenza del suo profilo di fiducia e riferimento Nicola Legrottaglie. (LEGGI QUI)

Tuttavia, in virtù di tradizione, storia e bacino d’utenza di una piazza prestigiosa e passionale come quella palermitana, sono numerosi i soggetti interessati ad investire con il chiaro intento di rilanciare ambizione e obiettivi del club rosanero.

Chi non ha mai smesso di seguire con particolare attenzione l’evoluzione della situazione in casa Palermo è certamente l’attuale presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero. All’avviso pubblico che vide prevalere la società Hera Hora di Dario Mirri e Tony Di Piazza il 23 luglio del 2019, l’imprenditore romano partecipò con la manifestazione di interesse presentata dalla Holding Max SRL con il figlio, Giorgio Ferrero, amministratore unico del soggetto giuridico istituito per la contingenza.  Il Sindaco e l’apposita commissione nominata per l’occasione stabilirono che la proposta di Hera Hora SRL era la più aderente a parametri e requisiti richiesti, una decisione che l’attuale patron blucerchiato non ha mai digerito. Sostenendo l’esistenza di presunte irregolarità nelle procedure di aggiudicazione del bando, Massimo Ferrero ha anche presentato ricorso al Tar il 21 ottobre del 2019.

Come riportato da Tuttomercatoweb, il viperetta starebbe seguendo con particolare attenzione le vicende legate al futuro della società siciliana, e, qualora ve ne fossero i presupposti, sarebbe pronto a formulare una congrua offerta a Dario Mirri per rilevare per intero il club rosanero.

Il deus ex machina designato dall’imprenditore romano al fine di coniare un progetto dirigenziale e tecnico di livello è, oggi come allora, Giorgio Perinetti.

Castrenze Guzzetta, commercialista e uomo di fiducia dell’attuale patron blucerchiato, è intervenuto ai microfoni di TuttoMercatoWeb per commentare il possibile interessamento della cordata Ferrero all’acquisizione del club rosanero: “In passato ci sono stati rapporti cordiali con la Famiglia Mirri, quindi Ferrero in maniera riservata sarebbe disposto ad incontrare gli attuali proprietari per un rapporto di collaborazione. Ama Palermo dai suoi esordi cinematografici, fin dai tempi di ‘Mary per sempre’. La domenica o il sabato, dipende quando gioca la squadra, mi chiede il risultato del Palermo, come se fosse un tifoso. Lo fa anche quando ha partite importanti per la Sampdoria”.

Chiosa finale del Dottor Guzzetta in merito alla sussistenza di presupposti concreti alla realizzazione del possibile affare: “Se la Famiglia Mirri decide di mettere da parte eventuali pregiudizi o impedimenti facilmente superabili, Ferrero è disponibile a farsi avanti. Ci si innamora in due, si aspetterebbe un minimo di apertura per verificare la situazione attuale. E su Giorgio Perinetti: “Ferrero svilupperebbe il progetto che aveva in mente quando ha partecipato al bando che si è poi aggiudicato la Famiglia Mirri. Ha un progetto serio con persone competenti. Vuole riportare il Palermo dove merita. La figura di Perinetti è garanzia assoluta, sarebbe andato anche in Serie D. Competenza, professionalità e metà cuore è rosanero: Perinetti saprebbe riportare in alto il Palermo”, ha concluso il commercialista del presidente doriano.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mauro Sanero - 2 settimane fa

    A folklore il viperetta lo supera Zamparini… basta che costruisca un grande Palermo, per me sta bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy