Palermo-Foggia, Corda: “Focolaio Covid nato dalla Primavera. Gara a rischio rinvio? Rispondo così”

Le dichiarazioni rilasciate dal direttore tecnico del Foggia

foggia

Parola a Ninni Corda.

Diversi sono stati i temi trattati dal direttore tecnico del Foggia, intervistato ai microfoni di ‘FoggiaSport24’: dal focolaio Covid scoppiato all’interno dello spogliatoio pugliese, con undici positività emerse fin qui, al rischio rinvio della gara contro il Palermo, in programma lunedì sera allo Stadio “Renzo Barbera”.

“Questo focolaio è nato dalla formazione Primavera, da qualcuno che avevamo mandato lì a giocare, a fare allenamento lì da loro. E’ nato un primo contagio e poi gli altri componenti dello stesso appartamento sono stati contagiati. E’ successo anche in un altro appartamento che ha avuto un iniziale contagio. Dei positivi la maggior parte sono giovani, molti sono under e c’è anche un over. Però stanno abbastanza bene quasi tutti, gli unici che hanno un po’ di sintomi hanno o mal di schiena o un po’ di febbre”, sono state le sue parole.

LE CONDIZIONI – “Il resto del gruppo sta abbastanza bene, le positività però sono tante. Adesso dovremo capire chi sarà arruolabile. Faremo altri tamponi e capiremo se emergeranno nuove positività. Venerdì sera avremo le idee più chiare. Il pericolo non è scampato, l’incubazione può essere dai quattro ai sette giorni. L’attività prosegue con i protocolli sanitari giusti, dobbiamo fare le cose alla perfezione. I ragazzi in allenamento si stanno impegnando. Tra i ragazzi c’è un po’ d’ansia, è normale. La cosa importante è che stanno tutti bene”.

RISCHIO RINVIO – “La gara contro il Palermo a rischio rinvio? Dopo i tamponi capiremo la situazione e decideremo con il mister cosa fare. Se si giocherà sarà una gara importante per entrambe le squadre: noi vogliamo mantenere la nostra posizione in classifica, anche loro sono lì e non possono permettersi ulteriori passi falsi. Sarebbe sicuramente una bella giornata di sport, le due tifoserie sono gemellate. Speriamo di arrivarci bene, vedremo”, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy