Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

I PRECEDENTI

Palermo: ex, playoff e veleni… Contro l’Avellino è sempre speciale

Palermo: ex, playoff e veleni… Contro l’Avellino è sempre speciale

Non una gara come le altre Avellino-Palermo, in programma domenica pomeriggio allo Stadio "Partenio-Lombardi"

Mediagol ⚽️

"Ex, play-off e veleni: con l'Avellino è sempre speciale". Titola così l'edizione odierna del "Giornale di Sicilia", che punta i riflettori sulla sfida in programma domenica pomeriggio allo Stadio "Partenio-Lombardi". Non una gara come le altre, Avellino-Palermo. Una sfida "che intreccia storie diverse di calciatori che hanno avuto a che fare sia con una che con l’altra squadra, ma anche di scontri diretti da riscattare dopo la passata stagione".

Nonostante la cessione nel corso della sessione invernale di calciomercato di D'Angelo alla Reggiana, sono ancora diversi i palermitani che vestono la maglia dell'Avellino. A partire da Di Gaudio, non ancora al top della condizione e che potrebbe saltare il match valevole per la trentunesima giornata del Girone C di Serie C. È palermitano anche l'altro grande assente: Luigi Silvestri. Mentre Plescia - che in occasione della gara d'andata ha rimediato il discusso calcio di rigore, trasformato poi da Tito - sarà a disposizione. E' palermitano, cresciuto nel vivaio rosanero, anche Rizzo.

E poi c'è chi a Palermo ci ha giocato, prima di approdare in Campania. Stiamo parlando di Kanoute. O chi si è trasferito in Sicilia dopo aver vestito la maglia biancoverde, come Fella. Fin qui, con Silvio Baldini in panchina, l'attaccante non ha trovato molto spazio, ma tornerà a disposizione del tecnico toscano proprio per la gara del "Partenio". Hanno indossato la casacca dell'Avellino anche Giron e Perrotta, che salterà la partita per squalifica.

"In campo, sarà infine difficile non pensare agli incroci dell’ultimo anno", si legge. Dal gol da centrocampo messo a segno da Silvestri al doppio confronto nei play-off, fino alla gara d'andata, in scena al "Barbera". Un espulso a testa (Doda e Rizzo) e un rigore a favore dell'Avellino senza alcun reale contatto in area. "Domenica, al 'Partenio-Lombardi', andrà in scena un altro atto di questa sfida. E non potrebbe essere l’ultimo", conclude il noto quotidiano.