Palermo, Dario Mirri: “Frecciate Foschi? Rispondo così. A parole tutti vogliono il club. Vorrei che i dati fossero pubblici…”

Palermo, Dario Mirri: “Frecciate Foschi? Rispondo così. A parole tutti vogliono il club. Vorrei che i dati fossero pubblici…”

Le dichiarazioni rilasciate dal noto imprenditore palermitano: “Le porte sono spalancate a chiunque, non sono chiuse a nessuno”

Parola a Dario Mirri.

Il noto imprenditore palermitano, che di recente con l’immissione di ben 2,8 milioni di euro ha di fatto permesso il pagamento degli stipendi dei calciatori e dei tesserati, salvando il Palermo Calcio dalla penalizzazione in classifica, è stato intervistato ai microfoni di Trm, nel corso della trasmissione ‘Zona Vostra’.

“Le frecciatine di Foschi? Io non ho alcun interesse se non la salvezza del Palermo, ed è sotto gli occhi di tutti. Io sono l’unico ad aver messo dei soldi e ho messo tanta passione, rubando del tempo soprattutto alla mia famiglia, alle mie aziende ed al mio lavoro. Ma lo faccio per la passione smisurata per il Palermo. Ho fatto questo e farò anche altro. Da questo punto di vista devo dire che il momento è davvero complesso. Ho ascoltato quello che ha detto di recente Foschi e alcune cose anch’io ho fatto fatica a capirle. Posso dirvi che sicuramente ci sono diversi soggetti interessati al Palermo, con le parole però. E noi sappiamo bene cosa intendo: a chiacchiere sono tutti bravi. C’è tanta gente interessata. Io ricevo mail, fax, telefonate, di gente improbabile. Se dobbiamo annoverare tra gli improbabili i potenziali acquirenti del Palermo, diciamo che ci sono tre, quattro, cinque, sette, dieci gruppi interessati al Palermo. Ad oggi, però, nessuno ha dato niente al Palermo. Se non io, grazie alla pubblicità ed al mio lavoro. Ma nessun altro. Le porte sono spalancate a chiunque, non sono chiuse a nessuno”, sono state le sue parole.

“Qualcuno mi ha chiesto a chi darò adesso queste carte, se ad un amico. Io non ho amici, l’unico amico è il Palermo. Se Rino Foschi ha qualche amico del Palermo le porte sono spalancate. Io ho un desiderio e l’ho pure scritto, ho mandato una Pec nelle ultime ore al Palermo Calcio: quello di rendere pubblici i documenti che ci hanno consegnato. Aspettiamo una risposta. Se il Palermo Calcio ci consentirà questa ‘pubblicità’, li vorremmo rendere pubblici affinché arrivi il miglior imprenditore possibile. Non deve essere amico mio o di Rino Foschi o di qualcun altro. Deve essere amico del Palermo. Il migliore deve comprare il Palermo, è questo il mio desiderio per i tifosi, per la città, per i giornalisti e per chiunque segui la squadra”, ha concluso Mirri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy