Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

Gli ex

Palermo, da Saraniti e Plescia a Curiale: palermitani ed ex fanno male ai rosanero

Palermo, da Saraniti e Plescia a Curiale: palermitani ed ex fanno male ai rosanero

Ex rosanero o palermitani, cambia poco. Nel corso della corrente stagione agonistica, il Palermo di Giacomo Filippi è stato "vittima" dei gol di chi, per svariati motivi, è legato alla Sicilia per nascita o per trascorsi professionali

Mediagol (nic) ⚽️

"Picciotti ed ex, quanti... cuori ingrati", titola così l'edizione odierna del "Giornale di Sicilia", puntando i riflettori sulle prestazioni offerte dalle vecchie conoscenze rosanero nel corso della corrente stagione agonistica.

Il numero 7 del Catanzaro, Davis Curiale, ha purgato il Palermo in Coppa Italia ma è solo l'ultimo esempio di chi, dopo un trascorso in rosa, ha fatto male alla squadra di Filippi. L'attaccante a disposizione di Calabro ha indossato solo la maglia della Primavera del Palermo, segnando 28 gol nella stagione 2006/07. Il centravanti originario di Campobello di Mazara non ha esultato nonostante la prodezza balistica che ha portato in vantaggio il Catanzaro mercoledì.

"Un elenco che parte da Saraniti, ex di turno nella trasferta di Taranto e autore della prima rete con cui i rossoblù si sono imposti allo «Iacovone»", si legge sul Gds. L'attaccante palermitano ha, infatti, indossato la maglia della propria città nella scorsa stagione agonistica.

"Ma non è semplicemente una «maledizione» legata agli ex", si legge sul noto quotidiano. Sono diversi anche i calciatori che, pur non avendo mai indossato la casacca rosanero, hanno fatto male al Palermo nonostante le proprie origini siciliane. Golfo della Vibonese è andato a segno contro gli uomini di Filippi trovando la rete del momentaneo vantaggio per la squadra allenata da D'Agostino (anch'egli palermitano).

"Da ormai un anno, invece, il Palermo soffre i palermitani dell’Avellino: D’Angelo e Silvestri hanno timbrato il cartellino in tre delle quattro partite disputate nella passata stagione", si legge sul Gds. Questa volta, è toccato al palermitano Plescia procurarsi un calcio di rigore del tutto in esistente in occasione dello scorso match di Serie C.

Tre le file della Fidelis Andria non ci sono ex Palermo ma un calciatore originario di Partinico che in Coppa Italia ha siglato una doppietta, valsa per la vittoria della propria squadra contro il Foggia di Zeman. Stiamo parlando di Matteo Di Piazza che ha già affrontato i rosa in carriera per due volte (col Cosenza in B nel 2018 e col Catania nello scorso campionato), senza mai segnare subentrando, però, dalla panchina. "Domenica, stando alle dichiarazioni del tecnico Ginestra, dovrebbe trovare spazio dal primo minuto", chiosa il noto quotidiano.