Palermo, capo ultras si difende: “Estraneo ai fatti appresi dalla stampa”

Le parole di Giovanni Giordano (Jhonny) in merito alle accuse subite

Quindici gli indagati accusati a vario titolo di concorso esterno in associazione mafiosa, traffico di sostanze stupefacenti, furti, ricettazione ed estorsioni, tutti reati aggravati dal metodo mafioso, e di sfruttamento della prostituzione.

Tra gli indagati risulterebbe anche lo storico capo ultras del Palermo, Giovanni Giordano, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, che secondo gli inquirenti si sarebbe occupato anche della gestione del bagarinaggio dei biglietti di ingresso allo stadio. Il diretto interessato però, come confermato a Mediagol.it, al momento non ha ricevuto nessuna notifica di procedimenti giudiziari. Di seguito la nota ufficiale dello studio legale a cui si è affidato Giordano.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy