Palermo, cambia il curatore speciale: Fricano rinuncia, vicenda affidata a Guerrera. Le motivazioni

Palermo, cambia il curatore speciale: Fricano rinuncia, vicenda affidata a Guerrera. Le motivazioni

Il curatore nominato dal Tribunale lascia per evitare qualsiasi tipo di contestazione, la vicenda riguarda la richiesta di commissariamento del club rosanero. L’udienza è prevista per il 5 luglio

Nuovo curatore.

Cambia il curatore speciale assegnato al Palermo dal Tribunale in merito alla vicenda che vede il club rosanero al centro di una richiesta di commissariamento avanzata dalla Figc. L’avvocato Massimo Fricano ha infatti rinunciato all’incarico dopo aver analizzato la documentazione che gli era stata consegnata. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia, Fricano avrebbe preferito lasciare l’incarico visto che lavora per uno studio legale legato alla Damir, società che gestisce la pubblicità all’interno dello stadio Renzo Barbera. Nessun conflitto di interessi (l’affare con la società della famiglia Mirri non è stato gestito da lui), ma ha preferito evitare qualsiasi tipo di eventuale contestazione.

S. Tuttolomondo: “Curatore speciale? Ha rifiutato l’incarico. Ecco come stanno le cose”

Al suo posto l’incarico è stato affidato a Fabrizio Guerrera, avvocato messinese e docente presso l’Università di Messina. La Figc dovrà adesso mettere a disposizione del nuovo curatore tutta la documentazione necessaria in vista dell’udienza che si terra il 5 luglio davanti alla quinta sezione del Tribunale civile di Palermo. Il nuovo curatore dovrà verificare l’ipotesi di conflitto di interessi tra amministratori e società.

Palermo, niente commissariamento: nominato un “curatore speciale”. I dettagli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy