Palermo-Bisceglie, tris in rimonta al “Renzo Barbera”: Boscaglia esulta e chiede continuità

Il Palermo torna a vincere al ‘Renzo Barbera’ dopo due mesi

Tre a uno. E’ questo il risultato finale maturato ieri pomeriggio allo Stadio “Renzo Barbera“.

Dopo tre pareggi e una sconfitta nelle ultime quattro gare, il Palermo torna finalmente alla vittoria. Il faccia a faccia contro il Bisceglie, la stessa formazione che lo scorso ottobre aveva aperto ufficialmente la prima crisi stagionale dei rosanero, ha dunque ridato slancio e morale ad una squadra appesantita dalla critiche e dalle contestazioni: “Ringraziamo i tifosi perchè nonostante tutto ci supportano sempre, la vittoria è soprattutto per loro perchè il problema degli stadi vuoti so che è dura. Gli dedichiamo la vittoria. Vedere fuori dall’hotel tutte quelle persone che ti incitano ti viene la pelle d’oca, una vittoria che è loro ma noi dobbiamo continuare a lavorare così. Il lavoro alla fine paga”, ha dichiarato il tecnico rosanero nel corso della consueta conferenza stampa post-gara.

La performance di livello di Mario Alberto Santana e la determinazione di Lorenzo Lucca hanno fatto la differenza: “Mario è un giocatore di qualità superiore ha avuto delle problematiche che non sono dipese da lui dopo l’infortunio. Da qualche settimana lo vediamo bene è abbastanza dentro con la testa, già la settimana scorsa non è partito con noi per un problema gastrico. Un giocatore che verrà sempre preso in considerazione, ha grandi qualità e se sta bene è un giocatore importante per noi. La zona di campo in cui ha giocato meglio penso sia la migliore per lui, penso che il suo ruolo possa essere quello”, ha spiegato l’allenatore originario di Gela.

Archiviato l’amaro ko maturato sul campo dell’Avellino, i rosa hanno tirato fuori il carattere e la “cattiveria” chiesta da Boscaglia alla vigilia, che adesso spera di dare continuità a questo risultato: “Dobbiamo convincerci che siamo questi e avere la consapevolezza di essere una squadra che può dominare. Bisogna lavorare l’uno per l’altro, dobbiamo continuare così. Abbiamo fatto una buona partita e vinto, ma se non diamo continuità non abbiamo fatto nulla. A livello di prestazione abbiamo dimostrato, dobbiamo avere la consapevolezza che noi siamo questi anche quando le cose non vanno bene. Dobbiamo capire che siamo una squadra che sa cosa vuole e bisogna intendere che si può anche ribaltare un risultato negativo”, ha concluso il tecnico rosanero.

Prossimo appuntamento mercoledì 17 febbraio alle ore 15.00 a Torre del Greco per Turris-Palermo, gara valevole per la venticinquesima giornata del campionato di Serie C-Girone C, la sesta del girone di ritorno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy