Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

la sfida

Palermo-Bari, Cucci: “Vincere per intimidire tutti. Rosa con voglia di riscatto”

Palermo-Bari, Cucci: “Vincere per intimidire tutti. Rosa con voglia di riscatto”

Le parole del giornalista in merito alla super sfida al vertice del Girone C di Serie C tra Palermo e Bari

Mediagol (ls) ⚽️

In vista del confronto d'alta classifica tra Palermo e BariItalo Cucci ha voluto sommariamente stilare un bilancio del campionato condotto fino a questo momento dalla compagine allenata da Michel Mignani. Una stagione da capolista assoluta, con qualche passo falso commesso che fino a questo momento non sta però gravando sul primato.

I biancorossi sono i veri protagonisti del Girone C, essendosi dimostrati per tutto l'arco del girone d'andata la squadra da battere per la conquista della promozione diretta in Serie B. Ci proverà il Palermo, che sul rettangolo verde del 'Renzo Barbera' riceverà oggi alle 14:30 proprio i pugliesi, in una sfida dal sapore di scontro diretto per quel che riguarda le dinamiche di classifica che coinvolgono in maniera assoluta anche i rosanero.

Lo ha specificato lo stesso Cucci, intervistato ai microfoni di TuttoBari per parlare dell'importante confronto. Ecco le sue parole: “Se il Bari riuscisse a vincere a Palermo e chiudere il girone d’andata con ampio margine sarebbe anche un modo di intimidire definitivamente gli avversari. Posso dire però sul Palermo che lo schiaffo di Catania deve pretendere una reazione forte perché altrimenti finisce tutto e malamente; i rosanero stavano andando ad un ritmo felice ma quello che è successo a Catania ha rimesso tutto in discussione”.

Cucci ha poi parlato dell'attenta costruzione dell'organico biancorosso prima dell'inizio della stagione: “I risultati dicono che a Bari dopo il cambio in estate di DS ed allenatore qualcosa funziona. Ho sempre pensato che De Laurentiis potesse metterci al massimo un paio d’anni per risalire ma la situazione si è complicata perché il campionato di Serie C è un campionato difficilissimo. Questo è il momento in cui il Bari deve confortare con risultati forti e sicuri la salute ritrovata sennò siamo punto e a capo”. 

Chiosa finale della storica penna italiana legata alla multiproprietà biancorossa: “Credo che si possano fare le cose in regola a quanto ho capito. Non può essere vietato un rapporto fra parenti, dev’essere vietata la proprietà di uno solo su più squadre. Credo che si possa trovare benissimo il modo di distaccare il Bari dal Napoli. Quando De Laurentiis acquistò il Bari poteva anche scegliere di investire nelle seconde squadre ed invece scelse di salvare una società storica: credo che questo non lo dimenticherà e si potrà trovare il modo per fare chiarezza tra i due club”.

tutte le notizie di