Palermo-Arkus Network, Dario Mirri a Mediagol: “Nessun pregiudizio, ma se va male io ci sono. Il timore dei tifosi…”

Palermo-Arkus Network, Dario Mirri a Mediagol: “Nessun pregiudizio, ma se va male io ci sono. Il timore dei tifosi…”

Palermo-Arkus Network: siamo a un passo dalla svolta. Ultimi dettagli in via di definizione in vista della fumata bianca relativa alla cessione della totalità delle quote del club rosanero. Il pensiero di Dario Mirri in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it.

Ore caldissime in casa rosanero. Dopo l’approdo in città dello stato maggiore di Arkus Network, composto dai fratelli Walter e Salvatore Tuttolomondo, Stefano Pistilli e Fabrizio Lucchesi, coadiuvati dall’advisor dell’operazione, il banchiere palermitano Vincenzo Macaione si attende a breve la fumata bianca relativamente alla cessione della totalità delle quote del Palermo Calcio alla realtà imprenditoriale leader nel settore del turismo di lusso.

Le parti sono alacremente a lavoro per ratificare l’accordo preliminare stilato nei giorni scorsi e sancire così la fine dell’interregno del binomio Foschi-De Angeli, profili fiduciari dell’ex patron Maurizio Zamparini, come confermato dal futuro dg Fabrizio Lucchesi. Ormai si lavora alla definizione degli ultimi dettagli formali e burocratici in sede notarile che preludono al tanto sospirato closing, che dovrebbe essere annunciato ben prima del prossimo impegno di campionato della compagine di Delio Rossi allo stadio Del Duca contro l’Ascoli.

Dopo il fallimentare avvento dell’inglese Sport Capital Group, la stipula di un accordo quadriennale di concessione di parte dei diritti pubblicitari del club con la Damir permise al Palermo di introitare 2,8 milioni di euro e provvedere al pagamento degli stipendi, con tanto di oneri fiscali e contributivi, scongiurando lo spettro della penalizzazione in classifica. Dario Mirri non riuscì di fatto a coronare il sogno di formare una cordata di imprenditori, con l’ausilio dell’attuale patron del Genoa Enrico Preziosi, in grado di rilevare l’intero pacchetto azionario del club rosanero. Nonostante le energie profuse dall’imprenditore palermitano, proprio il passo indietro inatteso del numero uno del Grifone costrinse Mirri a non esercitare il diritto di prelazione entro la data prefissata.

Palermo, l’assessore Catania: “Nostra presa di posizione verso Arkus Network è servita”. E su Pistilli…

Ciononostante, se il club rosanero non ha visto modificare la propria classifica in virtù di eventuali sanzioni comminate dagli organi istituzionali, lo si deve proprio all’intraprendenza imprenditoriale unitamente alla passione per i colori rosanero del titolare della nota azienda palermitana leader nel settore pubblicitario.

Dario Mirri, in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it, commenta così la probabile imminente svolta in viale del Fante, con Arkus Network ormai a un passo dal divenire proprietaria del Palermo Calcio. “Non conosco la nuova proprietà e non ho alcun pregiudizio su chi acquisterà il Palermo Calcio, ma – ha spiegato l’imprenditore palermitano – voglio dire ai tifosi rosanero che comunque vada io ci sarò, pronto a intervenire qualora la trattativa con Arkus Network non dovesse definirsi per il bene del Palermo. Vorrei – prosegue – quindi tranquillizzare la piazza e dire, a chi oggi sta vivendo questa ennesima cessione con preoccupazione, che possono considerarmi come una sorta di ‘scialuppa di salvataggio’. Anche io, come loro, ho dei timori per il futuro della nostra squadra del cuore, ma mi impegno sin da ora, se dovesse servire, a dare il mio contributo per aiutare il club rosanero. Come ho già detto in passato non ho la forza economica di risanare i debiti della società, ma resto a disposizione e farò di tutto per garantire alla nostra città di mantenere la dignità sportiva che compete ad una piazza come la nostra”.

Palermo-Arkus Network, parla la De Angeli: “Nessun problema. Ecco quando arriverà la firma”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy