Palermo, Almici e Rauti sempre presenti: Boscaglia non rinuncia ai suoi due alfieri

I due rosanero sono due pedine fondamentali nello scacchiere di Boscaglia

Nicola Rauti e Alberto Almici pedine imprescindibili per Roberto Boscaglia.

Dall’inizio della stagione il Palermo non ha mai rinunciato ai due calciatori che si sono fin da subito messi in mostra per abnegazione e qualità. L’incubo Covid gli ha regalato due posti da titolari ma, come scrive l’edizione odierna de ‘Il Giornale di Sicilia’, li avrebbero senza dubbio guadagnati anche in condizioni normali vista il talento. Entrambi sono arrivati a Palermo in ritardo e non sono rientrati negli undici proposti nella prima giornata, ma da quel momento in poi si sono rivelati dei veri e propri stakanovisti. I due, infatti, non hanno saltato alcun match, Rauti ha giocato ben 684 minuti e ha visto la panchina con il contagocce. È andato un po’ in difficoltà nel match contro il Potenza a causa del tour de force delle ultime settimane.

La situazione legata ad Alberto Almici è leggermente differente. L’ex Pordenone è approdato alla corte di Roberto Boscaglia a mercato già chiuso, essendo lo stesso difensore svincolato. Non appena è giunto in Sicilia ha disputato ben sei gare propiziando anche la rete del pareggio in casa del Catanzaro. È riuscito a rifiatare nella sfida contro la Juve Stabia, ma nelle altre gare ha sempre giocato tutti i 90 minuti visto e considerato che i possibili sostituti (Somma, Doda e Accardi) sono reduci dalla quarantena a causa del Covid.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy