Palermo, Albanese: “Spiego perchè abbiamo convocato il Cda. Ecco quando avverrà l’aumento di capitale…”

Palermo, Albanese: “Spiego perchè abbiamo convocato il Cda. Ecco quando avverrà l’aumento di capitale…”

Le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Palermo, Alessandro Albanese

Parla Alessandro Albanese.

Dopo giorni di convalescenza, il presidente del Palermo, intervenuto ai microfoni di Trm nel corso della trasmissione ‘Zona Vostra’, è tornato a parlare del club rosanero, soffermandosi nello specifico sulla prima riunione del nuovo Cda, un primo ed importante passo che dovrà portare nei prossimi giorni ad un’immissione di capitali nelle casse della società di Viale del Fante.

“Quando si avrà l’evidenza fondi? Il capitale di 13,5 milioni iniziale dell’US Città di Palermo è stato man mano eroso dalle perdite, la legge dice che se il capitale va sotto un terzo e quindi circa 4,5-5 milioni di euro va ricostituito. Noi convochiamo il Cda affinchè si possa convocare immediatamente l’assemblea per il versamento di quello che serve per la ricostruzione di questo capitale, che può avvenire o subito sopra il terzo oppure, come ha chiesto la società, immettendo intanto soltanto il necessario per l’iscrizione al prossimo campionato e le obbligazioni. Avremo un aumento di capitale che delibererà l’assemblea, non posso deliberarlo né io né i componenti del consiglio del Cda, e la convocazione di cui avrete notizia avverrà in tempi brevissimi in modo tale che si possa fare l’aumento di capitale. Con l’aumento di capitale si mettono in atto tutte le condizioni per l’iscrizione e per una serie di richieste che la Figc ha fatto tramite la Covisoc”.

Chiosa finale sulla vicenda Alyssa-Mepal e il relativo credito dell’operazione: Se è confermata la data di fine giugno per coprire quello che manca della vicenda Alyssa-Mepal? Sì, certo. Chi coprirà? Sarà la proprietà a coprire, non può esserci nessun altro. Servono degli approfondimenti per capire ciò che effettivamente serve perché una parte è già stata versata. E anche quello che serve per l’iscrizione fa parte di questo credito che era di venti milioni e adesso un po’ meno”.

“Quanto manca ancora? C’è un problema per il quale io non vorrei essere preciso: la società dovrà fare una serie di transazioni anche con i debitori. Ci vogliono sicuramente una decina di milioni – ha spiegato -. I fornitori e i procuratori? Qualche transazione è stata fatta, qualcuno è stato pagato per intero ma è un attività che esula dalle mie competenze, c’è un pool di avvocati che si stanno occupando di questo, una parte di Palermo e una parte di Roma affinché tutti abbiano i loro soldi e non soltanto qualcuno. Credo sia da parte della proprietà un ottimo inizio e un segnale importante, nessuno potrà dire che il Palermo si sarà dimenticato di qualcuno. Tutti coloro che avanzano dei soldi a titolo ed a ragione avranno, d’accordo con la società e dopo un approfondimento, quello che gli spetta – ha concluso Albanese -.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy