Palermo, Albanese: “Ci attendiamo una sentenza equa. I nostri legali si battono per i play off”

Palermo, Albanese: “Ci attendiamo una sentenza equa. I nostri legali si battono per i play off”

Le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Palermo, Alessandro Albanese, a poche ore dal secondo grado di giudizio

È il giorno della verità per il Palermo Calcio.

Oggi a Roma, presso la Corte Federale d’Appello, si disputerà il secondo ‘round’ della contesa, a seguito del rinvio deciso per l’astensione del presidente Sergio Santoro: ludienza inizierà alle 16.30 e salvo nuovi clamorosi colpi di scena il verdetto lo si conoscerà in serata. In ballo c’è il futuro del club di Viale del Fante, retrocesso in Serie C a seguito di quanto deliberato, lo scorso 13 maggio, dal Tribunale Federale Nazionale della FIGC, in merito all’illecito amministrativo contestato dalla Procura Federale ai danni dei rosanero.

L’aria che si respira in casa Palermo è rovente, crescono ansia e attesa per il secondo grado di giudizio, ma il vicepresidente vicario di Sicindustria e presidente del club rosanero, Alessandro Albanese, intervenuto a margine di un convegno sulla Brexit, si è detto fiducioso: “Non abbiamo sensazioni abbiamo la certezza di essere nel giusto e soprattutto ci attendiamo una sentenza equa al pari di quelle che sono state date negli anni scorsi. Attendiamo con grande speranza”. 

“Ci sono tutte le possibilità – ha sottolineato -. Intanto i nostri legali si stanno battendo per un  ribaltamento del verdetto di primo grado, che significa farci giocare i play off, tra l’altro siamo la squadra più attrezzata, e poi a  secondo della penalizzazione in termini di punti vedremo dove finiremo – si legge nelle parole riportate dall’agenzia di stampa AdnKronos“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy