Murawski: “Concorrenza nostro segreto, Stellone unico in difficoltà. Non pensiamo agli stipendi, il presidente Foschi…”

Le dichiarazioni rilasciate dal centrocampista classe 1994 del Palermo

Abbondanza.

La rosa del Palermo è una delle più complete di tutta la Serie B con tanti ricambi in tutti i ruoli. I rosanero sono attualmente secondi in classifica a -1 dalla capolista Brescia. Intervistato da Il Corriere dello Sport, il centrocampista polacco, Radoslaw Murawski ha parlato della sana competizione al’interno della squadra allenata da Roberto Stellone: “Ognuno di noi vorrebbe giocare sempre e, se dichiara il contrario, significa che è bugiardo. La concorrenza? Il nostro segreto. Siamo in tanti ma dobbiamo rispettare le decisioni dell’allenatore perché è il capo. Tutti meritano, tutti sul chi vive, l’unico in difficoltà è proprio Stellone che deve scegliere. Con lui, hai sempre una chance. Basta allenarsi bene e farsi trovare pronto“.

Murawski ha poi parlato dei recenti guai societari che ha attraversato il club di viale del Fante: “Non ho mai pensato: ma chi me lo fa fare? E, di andar via, non mi passa per la testa. Non guardo indietro e non è quello degli stipendi l’argomento del giorno. Neppure a casa con mia moglie, proprio non ci interessa. Piuttosto, se diamo l’esempio, società e città saranno al nostro fianco. Nella vita arrivano periodi tristi, noi siamo fortunati: la squadra in B è la migliore, il presidente Foschi è sempre con noi, cerca in ogni maniera di garantirci e quindi siamo contenti che si sia superato un primo, grande ostacolo (stipendio, ndr)“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy