Murawski: “Cionek mi ha aiutato ad ambientarmi, mi ha trattato come un fratello. Ci sentiamo ancora…”

Murawski: “Cionek mi ha aiutato ad ambientarmi, mi ha trattato come un fratello. Ci sentiamo ancora…”

Le parole del centrocampista polacco sull’ex compagno di squadra

“Se non fosse stato per Thiago penso sarebbe molto più difficile per me ambientarmi a questa nuova avventura”.

Così Radoslaw Murawski, intervistato dal sito della Federazione polacca, ha ammesso il ruolo fondamentale avuto dall’ex compagno di squadra Thiago Cionek per il suo ambientamento in Sicilia. Appena pochi mesi insieme, tempo comunque utile per il classe ’94 cresciuto ed accudito da Cionek già dalle prime settimane in rosanero: “Quando sono venuto a Palermo tra i polacchi c’era solo Thiago Cionek. Paweł Dawidowicz e Szymiński si sono uniti due settimane dopo il mio arrivo. Mi ha aiutato molto e ha rapidamente implementato la vita della squadra. Sebbene non ci conoscessimo personalmente, dal primo giorno in cui l’ho incontrato ha trattato come fossi suo fratello minore. Ha assunto questo ruolo, mi ha preso sotto le sue ali e sono entrato nel gruppo senza alcun problema. All’inizio mi ha spiegato cosa non capivo e mi ha aiutato. È stato molto bello imparare grazie  sua esperienza. Anche se Thiago è andato alla Spal siamo ancora in contatto“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy