Moreo: “Gol a Brescia una liberazione. Stellone? Che colpi di testa in allenamento!”

Le dichiarazioni rilasciate da Stefano Moreo, attaccante del Palermo, nel corso del “Palermo Football Tour”

La rivelazione.

Stefano Moreo è sicuramente una delle sorprese della stagione rosanero. Il centravanti ex Venezia sta riuscendo ad imporsi e dimostrare il suo reale valore dopo diversi mesi di alti e bassi. La rete messa a segno contro il Brescia nell’unico match perso fin qui dal Palermo ha dato la scossa all’attaccante che da lì in poi si è ritagliato il suo spazio a suon di prestazioni. Protagonista del “Palermo Football Tour“, Moreo ha parlato così: “Sono sempre stato un ragazzo generoso, dalla vita poi l’ho trasmesso nel calcio. Prima di tutto penso al bene della squadra, ai compagni, se c’è bisogno corro di più per loro e poi penso a me. Il gol a Brescia? Una liberazione perché erano tanti mesi che non facevo gol, peccato però che non sia servito molto. E’ stato comunque utile per crederci sempre di più, una spinta. Stellone? La sua caratteristica migliore è il colpo di testa, in allenamento quando proviamo i tiri si vede. Ha una capacità di colpire ed indirizzare la palla che ho visto in pochi, voglio prendere spunto da lui per avvicinare e poter fare quello che faceva il mister in campo“.

Il classe 1993 ha poi parlato dei suoi hobby e del rapporto con la sua compagna: “Amo il cinema, vado a vedere tanti film, ma mi piace anche guardare le serie tv e giocare alla Play Station. Ho dedicato un frase alla mia ragazza, ‘you’re the gin to my tonic’, l’ho letta in un locale a Milano e mi ha colpito molto. Perché il gin senza la tonica non è niente ed io senza di lei non sono niente“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy