Monopoli-Palermo, rosa a caccia del poker: la ricetta di Filippi per battere i pugliesi

Il Palermo cerca i tre punti: alle 15.00 la sfida contro il Monopoli

palermo

Palermo a caccia del poker di vittorie esterne.

Dopo il successo conquistato domenica in trasferta contro la Casertana, alle 15.00, allo Stadio Comunale “Vito Simone Veneziani”, i rosanero torneranno in campo per sfidare il Monopoli in occasione della gara valida per il recupero della trentaduesima giornata del campionato di Serie C-Girone C. Il match, originariamente in programma il 20 marzo, è stato rinviato a causa di un focolaio Covid-19 scoppiato all’interno dello spogliatoio pugliese.

Sarà una sfida di fondamentale importanza per gli uomini di Giacomo Filippi in ottica play-off. I rosanero occupano attualmente il nono posto della classifica del Girone C di Serie C a quota 42 punti, mentre i pugliesi – al quindicesimo posto – hanno conquistato fin qui 34 punti: “La natura ci porta a tirare fuori il meglio di noi stessi, la cosa che temo di più del Monopoli sarà la voglia di dare tutto in una situazione così complicata. Il gruppo vuole raggiungere l’obiettivo minimo il prima possibile, sono il primo a dire che i ragazzi e lo staff daranno sempre il massimo senza risparmiarsi. Il ciclo ravvicinato è impegnativo e dunque qualcosa la cambieremo, la rotazione forzata è comunque stata fatta in corso sabato a Caserta. Le partite puoi prepararle quanto vuoi ma poi se serve devi cambiarle in corso d’opera. Cercheremo di programmare i cinque turni gestendo queste rotazioni”, ha dichiarato l’allenatore del Palermo nel corso della consueta conferenza stampa pre-gara.

palermo

Al cospetto della formazione pugliese – che conta ancora otto calciatori positivi al Coronavirus -, i rosanero si presentano quasi al completo. Anche Doda e Corrado, infatti, sono tornati a disposizione di mister Filippi e il suo staff, così come De Rose. Assenti lo squalificato Almici e Lancini, colpito dalla febbre: “Santana? Mario si allena ogni giorno in modo esemplare, la cosa positiva è che tutto il gruppo sta bene. Abbiamo la possibilità di alternare i nostri calciatori senza alterare la gara. Kanoute? Normale che ci sia rimasto male per il rigore sbagliato, non ha fatto male. Sono convinto che il suo percorso non sia stato negativo, considerando che tutti noi abbiamo navigato tra alti e bassi. Sono abituato a tirare le somme a fine stagione, a oggi Kanoute non ha fatto male se contestualizzato con l’andamento della squadra. Lucca dove può arrivare? Lorenzo è un elemento importante per il calcio italiano e uno dei ’00 che si sta mettendo in mostra. Ha delle caratteristiche particolari ed eccezionali per il ruolo che ricopre, si allena bene ed è una persona che si fa volere bene e sta bene in gruppo. Può solo migliorare giorno dopo giorno”, ha concluso Filippi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy