Marcello Carli: “Ho detto no a Palermo e Baccaglini, vi racconto la verità”

Marcello Carli: “Ho detto no a Palermo e Baccaglini, vi racconto la verità”

Parla Marcello Carli: “Ho incontrato 3-4 volte Baccaglini, l’idea mi piaceva molto perché vedevo un ragazzo con entusiasmo. La condizione fondamentale era l’assenza di Zamparini. Poi ho capito che non sarebbe stato possibile fare calcio. Ho ringraziato e…”.

Marcello Carli racconta la sua versione dei fatti. Nel giro di pochi giorni è passato dall’essere prossimo al ruolo di ds del Palermo al rifiuto ufficiale: a sedere sulla poltrona di dirigente rosanero sarà Fabio Lupo. Con Maurizio Zamparini attivo più che mai, almeno – come ammesso dallo stesso friulano – finché non si costituirà una società all’avanguardia sul piano tecnico.

Palermo: i tifosi vogliono cacciare Zamparini. Manifestazione alle 18 al Teatro Massimo

Fino a quel momento Baccaglini – ha più volte sottolineato Zamparini – si affiderà al patron friulano per le questioni meramente calcistiche, mentre per ci che riguarda la finanza, avverrà il contrario con l’ex Iena punto di riferimento di Zamparini. “Palermo? E’ andato tutto in maniera molto semplice – premette Marcello Carli, ex direttore generale dell’Empoli, attraverso i microfoni di TMW Radio -: ho avuto 3-4 incontri con Baccaglini, l’idea mi piaceva molto perché vedevo un ragazzo con entusiasmo e io mi ero già mosso anche per l’allenatore. La condizione fondamentale era l’assenza di Zamparini, perché lui non ha bisogno di un direttore sportivo. All’inizio pensavo potesse andare tutto bene, ora sono uscite fuori le ultime notizie e si è creata tanta confusione. Ho ringraziato e chiuso la vicenda, non è il mio modo di fare calcio“.

L’argomento si sposta dunque al ruolo di allenatore: per Carli (e per Baccaglini) in pole position vi era Massimo Oddo, ex Pescara. “Sì, ho parlato con lui. Secondo me c’era modo di fare calcio, potevamo fare una bella squadra per la B e fare qualcosa di importante – ha continuato Carli -. La situazione è andata così, io con grande rispetto ho ringraziato e capito che non sarebbe stato possibile fare calcio con un presidente così. Per un dirigente è dura avere credibilità se le decisioni importanti le prende il presidente“. Il rifiuto, dunque, ora è ufficiale: Marcello Carli non sarà il ds del Palermo. Maurizio Zamparini ha già pronta la coppia composta da Tedino (allenatore) e Fabio Lupo (ex direttore sportivo del Teramo e della Juve Stabia).

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Grande Palermo - 3 anni fa

    Carli, hai fatto bene. Ci guadagni in salute e carriera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nick - 3 anni fa

    Ennesima dimostrazione che a Palermo calcio non se ne può fare sino a quando rimarrà il friulano per farsi i SUOI affari

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gaetano - 3 anni fa

    Il signor Zamparini è semplicemente vergognoso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fabryrosanero - 3 anni fa

    Se non se ne va Zamparini siamo sempre alle solite…è inutile anche parlarne…ma sono convinto che anche quest’anno ci saranno gli abbonati e chi lo difende a spada tratta…solamente con lo stadio vuoto totale e la contestazione dura,civile ma dura, forse, un giorno se ne andrà..In tutto questo, grande delusione Baccaglini che in questa farsa teatrale ancora non si è fatto sentire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Lucka90 - 3 anni fa

    Queste dichiarazioni purtroppo fanno presagire che il mercante resterà ancora saldamente nella sua poltrona. Sono nauseato ed esausto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Eterno Palermo - 3 anni fa

    Finalmente E ripeto finalmente uno persona con le palle che non pensa ai soldi per poi scappare. Bravo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. solorosanero trento - 3 anni fa

    Come prima più di prima, cantava un cantante anzi non è cambiato niente …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Alessandro Navarra - 3 anni fa

    Giovanni Navarra che schifo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy