Inchiesta Procura di Caltanissetta: perquisizione al Palazzo di Giustizia di Palermo, porte sbarrate…

Inchiesta Procura di Caltanissetta: perquisizione al Palazzo di Giustizia di Palermo, porte sbarrate…

Perquisizione al Palazzo di Giustizia di Palermo: I pm di Caltanissetta e le Fiamme Gialle indagano su uno scambio di favori

Terremoto attorno al Palermo Calcio.

Questa mattina la notizia: il giudice del Tribunale di Palermo Giuseppe Sidoti, che secondo la Procura della Repubblica di Caltanissetta avrebbe evitato il fallimento del club di viale del Fante con una sentenza pilotata, è stato sospeso per un anno con l’accusa di concorso in corruzione, abuso d’ufficio e rivelazione di notizie riservate.

Ma non solo; è stata notificata dalla Guardia di Finanza un’altra misura interdittiva dalla professione anche a Giovanni Giammarva, ex presidente del Palermo e commercialista, sospeso inoltre dall’Albo dei curatori fallimentari. L’accusa è quella di concorso in corruzione.

Al centro dell’indagine c’è l’ipotesi che la sentenza che salvò la società rosanero dal fallimento sia stata pilotata e frutto di uno scambio di favori. L’inchiesta è stata condotta dalla procura nissena, diretta da Amedeo Bertone, e dal nucleo di polizia economico finanziaria di Palermo, guidato dal colonnello Cosmo Virgilio.

Secondo quanto riportato da ‘La Repubblica’, è in corso una perquisizione al palazzo di giustizia di Palermo, alla sezione Fallimentare: porte sbarrate all’ingresso, le udienze sono state rinviate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy