Giovanni Tedesco: “Con Delio Rossi in panchina e il Barbera pieno, il Palermo può vincerle tutte”

Giovanni Tedesco: “Con Delio Rossi in panchina e il Barbera pieno, il Palermo può vincerle tutte”

L’intervista all’ex centrocampista rosanero ed oggi coach degli Hamrun Spartans, Giovanni Tedesco, che dice la sua in merito al ritorno di Delio Rossi sulla panchina del Palermo

Fra i tantissimi auguri ed in bocca al lupo giunti a Delio Rossi negli ultimi giorni, vi sono da segnalare anche quelli di Giovanni Tedesco, che arrivano direttamente da Malta.

L’ex centrocampista del Palermo non si è però limitato ad inviargli un semplice messaggio, ma ha anche cambiato l’immagine del profilo del proprio account di Facebook, aggiornandola con una che lo ritrae proprio assieme al rientrante tecnico dei rosanero. Tra i due il feeling è speciale e nel corso di un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, l’ex capitano del club siciliano ne ha così parlato: “Sono stato un suo giocatore a Foggia, a Salerno e poi in rosanero. E quando ho smesso, ho fatto parte del suo staff, un’esperienza breve ma utilissima. Da lui ho imparato tanto. Sono molto legato a Delio e sono contento di rivederlo in rosanero“.

In quel di Malta Giovanni Tedesco sta facendo decisamente bene sulla panchina degli Hamrun Spartans (attualmente quarto in classifica) e proprio oggi sfiderà la capolista La Valletta, ragion per cui non avrà la possibilità di vedere in diretta il match esterno di Serie B che vedrà il Palermo scendere in campo contro il Livorno proprio questo pomeriggio:

Mi dispiace non poter seguire il ritorno di Rossi ma ho una partita importantissima, che vale una stagione. Sarà come Perugia-Juventus del 2000. Una vittoria per noi potrebbe significare preliminari di Europa League. Loro rischiano di perdere lo scudetto all’ultima giornata, proprio come successe alla Juve contro il mio Perugia. Ultimamente mi ero tenuto alla larga dalle vicende rosanero, perché sotto l’aspetto umano ritengo di essere stato trattato male dalla società. Però, quando ho saputo di Rossi, sono tornato dopo tanto tempo a cliccare sul sito del club, per ascoltare le sue parole. Mi ha emozionato sentirgli dire ‘al Palermo non potevo dire di no‘. È la stessa cosa che ho pensato io quando Zamparini mi chiamò per affiancare Barros Schelotto. Con Delio in panchina e il Barbera pieno, il Palermo può vincerle tutte“.

L’album dei ricordi di Giovanni Tedesco è ricco di immagini che lo ritraggono al fianco di mister Delio Rossi. Due i momenti più significativi nella mente dell’ex centrocampista del club di Viale del Fante: “Il primo, da calciatore, a Salerno quando riportammo in A la Salernitana dopo 52 anni. Fu una stagione strepitosa. Il secondo, a Palermo: la finale di Coppa Italia. Avevo smesso di giocare da qualche mese, facevo parte del suo staff. Posso dire di aver iniziato la carriera da allenatore con lui e tuttora è un mio punto di riferimento“.

(Palermo Calcio, rischio penalizzazione e commissariamento: venerdì l’udienza in Tribunale)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy