Giammarva: “Ammenda di diecimila euro per i palloni in campo un’istigazione, a quel punto chiunque può farlo!”

Giammarva: “Ammenda di diecimila euro per i palloni in campo un’istigazione, a quel punto chiunque può farlo!”

L’intervista al presidente del Palermo, Giovanni Giammarva

Adesso è passata una (lunga) settimana dai controversi episodi di Frosinone-Palermo ma la società siciliana non demorde ed agisce su tutti i fronti per ottenere giustizia.

Il presidente del club rosanero Giovanni Giammarva, intervenuto ai microfoni de Il Giornale di Sicilia, ha parlato del poco supporto ricevuto dalle istituzioni nel corso della vicenda e delle decisioni del Giudice Sportivo che di certo non hanno soddisfatto né lui come presidente e tifoso palermitano, né il Palermo Calcio come società. Di seguito le sue dichiarazioni in merito alla spinosa questione:

Il fatto che si possano tirare palloni in campo e che ciò venga penalizzato con diecimila euro sembra quasi un’istigazione. A quel punto chiunque può farlo, tanto il danno è solo di diecimila euro. Così si modificano i risultati delle partite. Per un ragazzino vedere una cosa del genere, fargli rendere conto di poter prendere delle scorciatoie per raggiungere un obiettivo, sicuramente non è educativo“.

Clicca qui per il resto dell’intervista: (Giammarva: “Non mi sono sentito supportato, mio lavoro per la città. Chiedo che la giustizia sportiva…”)

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rappa Ignazio - 2 anni fa

    Giusto nn molliamo presidente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Francesco Cupini - 2 anni fa

    State fomentando l’odio fra due città in modo inopportuno. A cosa serve ripetere ogni giorno questo mantra? Perché volete instillare nei palermitani il continuo pensiero su questo argomento? Avete fare ricorso, in primo grado avete perso. Se fosse vero che avete fatto appello (visto che avete fin qui comunicato solo la predisposizione del preannuncio di reclamo con riserva di deposito dei motivi e non si sa se li avete depositati o meno, coltivando dunque l’azione giudiziaria), aspettate serenamente il suo esito senza altro fomentare. A che serve la polemica su polemica e l’odio alimentato fra due città?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. spargi49 - 2 anni fa

    l’ho fatto notare per primo,purtroppo la giustizia sportiva(sic)non ha colto la gravità del gesto del lancio di palloni in campo, ciò può avere gravi danni per lo svolgimento regolare delle partite. Aspettiamo che sia una Big ad incorrere in questo gesto antisportivo e vedremo allora le reazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-5345498 - 2 anni fa

    Caro presidente, purtroppo l’Italia è il paese delle scorciatoie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. george - 2 anni fa

    La questione si commenta da sola. A prescindere dai colori sociali, considerare il buttare i palloni in campo da parte di giocatori professionisti un peccato “veniale” è pericoloso in quanto si alza sempre più l’asticella delle irregolarità che si tollerano. Certo non in nome dello sport. Davvero le autorità sportive vogliono laciare questo messaggio? Forse non ci si rende conto che come non piace, se non a pochi, la politica urlata così non piace il premiare la furbizia, in tutte le sue forme. Ieri ho visto Neymar che simulava un fallo per ottenere un rigore che non c’era. I ragazzi così recepiscono un messaggio profondamente sbagliato, sia nel calcio che nella vita. Viva lo sport pulito!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Aldo Lendaro - 2 anni fa

    Il Frosinone pagherà in A a livello di immagine e credibilità, saranno insultati in ogni piazza solo ed esclusivamente per questo motivo. Anche questi aspetti contano in un campionato, certamente non saranno una squadra SIMPATIA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Riccardo Sivori - 2 anni fa

    ma perché nessuno ha pensato di segnare con uno dei palloni tirati in campo ???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Vincenzo Cacciatore - 2 anni fa

    Neanche l’aggravante dei palloni lanciati in campo dai propri giocatori hanno considerato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vincenzo Cacciatore - 2 anni fa

      Peppe Pippo Vella il fatto è che zamparini oggi sta sulle palle a tutto il movimento calcistico, compreso i suoi ex tifosi nella quasi totalità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Peppe Pippo Vella - 2 anni fa

      Capisco ma la colpa e soltanto di zamparino il suo modo di fare a stancato a tutti compreso quelli della lega

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Vincenzo Cacciatore - 2 anni fa

      Peppe fino a quando ci sarà il friulano scordati lo squadrone, e anche la squadra competitiva, purtroppo siamo difronte a un mercenario del calcio, lo ha già dimostrato in passato con il povero Venezia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Peppe Pippo Vella - 2 anni fa

      Infatti u film fimiu ma lui ancora vuole spremere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Vincenzo Cacciatore - 2 anni fa

      Ecco bravo, l’ultimo colpaccio da buon mercenario per lui sarà la vendita del Palermo alle sue condizioni…punto, arrivederci e grazie!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Vincenzo Marchello - 2 anni fa

    Dire che per quello che e’ successo a frosinone dare 10 mila euro di multa corrisponde ad una provocazione/istigazione a reiterare questo comportamento , e’ esattamente un commento equilibrato. Hanno fatto un’invasione di campo prima che finisse.la partita. Sono tifoso del Palermo e quindi di parte ma a me questa partita fa puzza di marcio, dal primo minuto fino ad oggi. Non mi tornano I conti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Peppe Pippo Vella - 2 anni fa

    Basta sempre polemiche mi sembra la società ri chianciananna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Giovanni Micale - 2 anni fa

    Vedrete che quando butteremo noi dei palloni in campo per far interrompere l’azione del goll i giornalisti è la lega ne farebbero carne di macello campo squalificato punti tolti ecc ecc

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Valerio Anastasio - 2 anni fa

    Adesso basta però! Una società seria lavora in silenzio sugli eventuali ricorsi da proporre ma senza questo continuo piagnisteo che alla fine si svela per ciò che realmente è: una strategia di distrazione rispetto all’obbligo che questa società ha nei confronti dei propri tifosi: lavorare per assicurare una squadra competitiva e non blandirli con illusorie speranze di ripescaggio. Adesso mettetevi al lavoro allestendo una squadra che abbassi il costo degli stipendi, epuri questi nazionali stranieri assolutamente inadatti a combattere come dimostrato a Frosinone e faccia un mix equilibrato di giovani del vivaio e giocatori esperti da affidare ad una guida in cui riporre assoluta fiducia. Il calcio è una cosa semplice.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luis Lupus Vulpius - 2 anni fa

      finalmente un commento serio ed equilibrato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vincenzo Cacciatore - 2 anni fa

      Bravo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Francesco Affronti - 2 anni fa

    Il prossimo anno lanceremo palloni in campo per tutta la partita e curnutu cu parra

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy