Giacomo Tedesco: “Vi presento Boscaglia, con lui il Palermo avrebbe una marcia in più. A Trapani…”

Le dichiarazioni rilasciate dall’ex centrocampista palermitano

Parola a Giacomo Tedesco.

“Con Boscaglia in panchina, il Palermo avrebbe un top manager”. Lo ha detto l’ex centrocampista tra le altre di Palermo e Catania, intervistato ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’. L’allenatore palermitano ha speso parole al miele nei confronti del tecnico Roberto Boscaglia, con il quale Tedesco ha vinto a Trapani nel 2013 il campionato di Serie C.

Nonostante il contratto che lega il coach gelese alla Virtus Entella scadrà il 30 giugno 2021, Boscaglia potrebbe lasciare la compagine ligure già nei prossimi giorni. Ragion per cui, il nome del tecnico siciliano è da tempo in cima alla lista dei desideri del duo dirigenziale Sagramola-Castagnini, convinti sia l’uomo giusto per puntare al doppio salto di categoria.

“E secondo me hanno ragione – sottolinea Tedesco – Boscaglia è un vincente e ha tutte le qualità per centrare l’obiettivo. Bisognerà dargli una squadra forte, ma con lui in panchina, il Palermo avrebbe una marcia in più. Ha qualità, entusiasmo ed esperienza. Devo dire che finora al Palermo sono stati accostati tutti nomi di un certo livello: prima Caserta e Pecchia. Ora un veterano della categoria come Boscaglia, che a mio giudizio merita un palcoscenico importante come Palermo. È un ottimo allenatore, capace di dare alle sue squadre un’identità precisa, che prepara bene ogni partita anche in funzione delle caratteristiche degli avversari. Inoltre può contare su uno staff di primo livello. Per lui parlano i risultati: ovunque è stato, ha fatto bene. A Trapani andò bene al secondo tentativo? Sì, il primo anno sprecammo un vantaggio enorme. La nostra era una squadra giovane e con tanti giocatori semisconosciuti. Fummo traditi dall’inesperienza. L’anno dopo, invece, forti anche di quanto era successo la stagione precedente, riuscimmo a centrare la Serie B. E gran parte del merito di quel trionfo va dato a Boscaglia”, ha concluso.

Reggina, Giacomo Tedesco si racconta: “Vissuti quattro anni indimenticabili in Serie A. Mazzarri e l’impresa salvezza…”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sbt5 - 4 mesi fa

    L’unica soluzione è richiamare Pergolizzi……

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy