Foschi-Mediagol: “Esonero che mi amareggia, Tedino non è stato fortunato. Zamparini…”

Foschi-Mediagol: “Esonero che mi amareggia, Tedino non è stato fortunato. Zamparini…”

Le dichiarazioni del direttore dell’area tecnica del Palermo, Rino Foschi, in merito all’ennesimo avvicendamento sulla panchina rosanero…

Nuovo ribaltone in casa Palermo.

Dopo cinque giornate dall’inizio del campionato il tecnico del Palermo, Bruno Tedino, è stato sollevato dall’incarico.La guida della prima squadra è nuovamente affidata a Roberto Stellone – ancora sotto contratto con il club di Viale del Fante.

Intervistato in esclusiva dalla redazione di “Mediagol.it” il direttore dell’area tecnica, Rino Foschi, ha commentato l’esonero dell’ex Pordenone: “Ovviamente quando c’è un esonero io sono sempre particolarmente amareggiato. A Palermo ne ho vissuti diversi, ricordate anche quelli di Guidolin e Delneri, ed è sempre un provvedimento figlio di responsabilità comuni. Zamparini lo conoscete, non ha molta pazienza ed è un presidente molto esigente. Tedino è una persona molto seria, è un grande professionista che probabilmente avrebbe meritato altro tempo e non è stato molto fortunato. L’esonero è principalmente un provvedimento societario di cui io prendo atto e in qualità di responsabile dell’area tecnica ovviamente mi assumo anche la mia parte di responsabilità. In ritiro si era partiti con un’idea di calcio e un progetto tattico che poi è stato stravolto strada facendo per via di infortuni e contingenze di mercato che hanno costretto il tecnico a rivedere quelli che erano i piani iniziali. Nonostante ciò, io credo che l’avvio di questa stagione non sia affatto stato così negativo. Questa squadra ha fatto due pareggi e due vittorie, e ieri ha perso una partita che, anche se non giocata al massimo delle proprie possibilità, avremmo anche potuto pareggiare. Non dimentichiamo che a Tedino sono mancati anche giocatori molto importanti (Chochev, Struna, Rispoli, ndr) che una volta rientrati in condizione avrebbero potuto certamente garantire un salto di qualità e dargli una grossa mano”.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto-Londra - 1 anno fa

    Direttore, diciamocela tutta: i suoi colloqui con Tedino durante il ritiro su cosa vertevano?
    Le prime due partite pareggiate per il rotto della cuffia, la prima vittoria avvenuta sull’onda dell’entusiasmo, la seconda vittoria con un buon gioco contro una squadra non pervenuta (tipo Venezia Palermo dello scorso anno) ed ora una sconfitta fuori casa. Riassumendo: assenza di gioco in 4 su 5 partite.
    Lo scrissi a suo tempo: Zamparini ha bisogno che la squadra vada in A, senza se e senza ma.
    Senza la A per le casse societarie sono “volatili per diabetici “…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antonino Sciuto - 1 anno fa

    Secondo voi cosa doveva dire, Tedino è scarso e sono contento di averlo mandato via?
    È normale che sia diplomatico, credo che l’esonero sia stato deciso da lui e avallato da Zamparini, anche perché Stellone non era ben visto dal capo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Domenica Cutino - 1 anno fa

    Foschi vai in pensione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giuseppe Sammarco - 1 anno fa

    Ci vuole delio rossi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Vincenzo Baio - 1 anno fa

    Occorreva prendere un allenatore vincente, uno che ha già vinto la categoria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Claudio Baldi - 1 anno fa

      Vincenzo Baio un nome a caso Iachini

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vincenzo Marino - 1 anno fa

      Oronzo Cana’

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Antonino Raimondi - 1 anno fa

    adesso non amareggiamoci troppo per l’esonero…..il campo dice altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Rosario Valenti - 1 anno fa

    Dalle sue parole sembra contrario a questo esonero. Come al solito avrà deciso tutto Zamparini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy